La sede MMI di San Giorgio a Cremano continua a stupire con la seconda edizione del Guitar Day.

Quest’anno si punta ancora più in alto con la collaborazione di Mogar che ha messo a disposizione una serie di strumenti tra amplificatori, chitarre, effetti, interfacce e tanto altro ancora.

L’evento è stato diviso principalmente in una giornata e mezza, dal primo giorno di workshop fino al secondo di esposizioni di strumenti per allievi e visitatori.

Durante il primo giorno sono state interessantissime le Clinic portate da grandi professionisti del settore per gli allievi, a partire dal loro coordinatore Claudio Acampora, passando da Vince Carpentieri fino ad’ arrivare a Bruno Monello e Daniele Gottardo.

  • Bruno Monello ha portato una masterclass sulla tecnica del Legato utilizzandolo come linguaggio principale per costruire uno stile personale.
  • Vince Carpentieri ha trattato l’argomento dell’Unione tra parte ritmica e solista costruendo Riff riguardanti questo argomento.
  • Claudio Acampora ha parlato della Tecnica di economy picking e gli sviluppi melodici che sta avendo questa tecnica applicata al chitarrismo moderno.
  • Daniele Gottardo infine ha portato una masterclass sull’improvvisazione Fusion in chiave moderna, ed altri argomenti fondamentali che costituiscono il suo corso di Modern jazz.

La MMI di San Giorgio assieme all’ associazione Ultrasuoni sta continuando saggiamente a coltivare il proprio orticello e la propria utenza con queste tipologie di eventi, si spera il meglio per loro e che eventi simili possano solo continuare.

In esclusiva regionale sono state provate le nuove chitarre della serie AZ, che hanno suscitato non poco interesse nel pubblico tra neofiti e semi professionisti, ripagando le attese e le aspettative per questi nuovi modelli, ma non è stato l’ unico marchio presente, infatti anche Zoom e ,Laney e Ik Multimedia sono state protagoniste dell’ evento.

Il tutto è stato organizzato dal coordinatore regionale Claudio Acampora, che insieme a Antonio Milano e Giorgio Sannino hanno potuto creare un evento interessantissimo per il panorama chitarristico campano.