copertina_gianlucaDa anni ormai grazie alla diffusione completamente gratuita offerta da internet sempre più artisti indipendenti ed emergenti riescono a farsi spazio nel grande panorama musicale e a far ascoltare al pubblico i propri lavori. Uno di questi è senza dubbio Gianluca di Bonito, cantautore di Pozzuoli (NA) che ha recentemente rilasciato il suo ultimo lavoro: “D-versi”.

Il nuovo disco di Gianluca è un interessante mix di sonorità . In “D-versi” Gianluca passa da brani cantautoriali in quel classico stile tanto caro a noi che viviamo sotto l’ombra del Vesuvio (come quello di quel tale che poi ha un certo punto si è messo a cantare favolette riscaldando all’infinito il brodo) ad uno stile Rock puro, nudo e crudo che per certi versi può ricordare i Ramones. La cosa che musicalmente più colpisce è che nel disco, nonostante i continui cambi di genere, si senta distintamente una linea conduttrice ben definita che non ne intacca fluidità  e personalità. Anzi, il tutto risulta molto divertente rendendo il disco un concept multigenere.

La qualità delle registrazioni, nonostante il disco sia ripreso in larga parte in un home studio, è molto gradevole a differenza di tanti dischi di musica indipendente che invece spesso peccano di qualità audio.

Interessanti le tematiche che vertono principalmente sulla condizione gianluca-di-bonitoattuale dell’essere umano. Ovviamente questo disco non ha la pretesa di voler essere un trattato di sociologia ma riesce ad esprimere in maniera chiara e diretta il pensiero dell’ autore di fronte a tali tematiche. Si tratta, in effetti, di un disco dai testi piuttosto introspettivi.

“D-versi” è senza dubbio un buon disco, certo non siamo davanti ad un capolavoro o a qualcosa che sarà un giorno un best seller, ma è sicuramente uno dei dischi indipendenti che attualmente mi sento di consigliare per un ascolto piacevole e spensierato, magari dopo una stressante giornata lavorativa.

Come la maggior parte dei cantautori e dei gruppi musicali indipendenti Gianluca ha deciso di offrire la sua musica gratuitamente su internet. Questa cosa viene spesso sottovalutata dalla maggior parte del pubblico. Spesso si ignora l’importanza che, al giorno d’oggi, può avere la  fruibilità gratuita di un prodotto artistico che spesso costa all’ autore tempo, soldi e fatica (di qualunque arte si tratti).

Gianluca, poi, mette a disposizione il suo disco in un simpatico confezionamento che ricorda tanto un disco in vinile a 33 giri per una cifra irrisoria che probabilmente coprirebbe a stento i materiali utilizzati per la stampa della copertina ed il supporto in se. Se non è musica indipendente questa…

 

Simone Gison

Simone Gison

Simone Gison:Nasce a Napoli il 25 Dicembre 1991. Laureando in Informatica inizia a suonare la chitarra all'età di 12 anni ispirato dai gruppi rock anni '60 e '70 come Pink Floyd, Genesis, Led Zeppelin e Rush. Dopo molteplici esperienze in gruppi di vario genere decide di dedicarsi al suo progetto solista, è inoltre impegnato sia in studio che live con la band rock Shades of Hate. Nel 2014 spinto dalla sua passione per gli strumenti made in Italy e per la scena musicale emergente fonda ItalianGuitartube. Dal 2017 collabora con Age of Audio come recensore di album musicali.

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInYouTube

  • Emilio Issimissimo Marzoli

    Testi e musica di assoluto livello.. Questo cantautore dimostra grande coraggio specie nell’epoca dei talent.. Bravo!