Kurt Cobain è una delle più grandi figure del rock, a prescindere dai gusti personali. Il suo gruppo, i Nirvana, e lui stesso sono ormai considerati – a torto o ragione – gli inventori del genere grunge, o comunque il gruppo di punta di quel fenomeno dei primi anni ‘90. Kurt prediligeva l’uso di strumenti economici, sia per questioni di praticità – essendo mancino non aveva facile accesso a strumenti se non a prezzi molto più alti – che perchè tendeva a distruggerli in scena praticamente ogni sera. Questo però anche per un etica, quella di creare un suono povero e grezzo senza orpelli, visto che il grunge nasceva in forte contrasto con la scena anni ‘80 dell’hair metal tutto apparenza e strumentazioni vistose e costosissime.

Prendiamo allora una chitarra economica e mancina, un Boss Distortion (DS-1 o DS-2, a seconda del periodo) e uno Small Clone, e iniziamo a suonare sulle note di quei pochissimi dischi che Kurt è riuscito a produrre prima della sua tragica morte, ma che sono riusciti a rimanere eterni proprio grazie alla sua genialità di autore.

Nota: le informazioni e immagini contenute in questa pagina sono tratte da vari siti internet (indicati nella bibliografia in calce). Le informazioni non sono da accettarsi come ufficiali, ma come risultato di ricerche di appassionati e/o giornalisti.


Primi anni

  • Chitarre:
  • Sears Electric Guitar (la sua prima elettrica, avuta al suo 14o compleanno di seconda mano. Tempo dopo la lasciò nella sala prove che usava con il suo gruppo dell’epoca – una macelleria abbandonata – e quando tornò a riprenderla era distrutta. Ne prese i pezzi rimanenti e comprò un nuovo corpo ma non riuscì mai a farla suonare bene di nuovo)

Univox Hi-Flyer Custom #1

  • Univox Hi-Flyer Custom Phase 3 #1, sunburst (un modello destrimano del periodo 1974/1977, semplicemente girato per suonarlo mancino; Kurt dipinse il battipenna di rosa e usò moltissimi adesivi per decorarla. Usata dalla seconda metà degli anni ‘80 con i Fecal Matters / Skid Row, il gruppo che poi sarebbe diventato i Nirvana, e nei primi show come Nirvana; la distrusse dal vivo nell’Ottobre 1988)
  • Univox Hi-Flyer Custom Phase 3 #2, sunburst (un modello destrimano del periodo 1974/1977, semplicemente girato per suonarlo mancino. Praticamente identica alla #1 se non per l’assenza di adesivi e del colore del battipenna tenuto originale. Alla fine del 1988 non fu più usata, e il pickup al manico fu rimosso per essere messo sulla Greco Mustang)

Fender Mustang (riverniciata di verde)

  • Fender Mustang, mancina (rossa sverniciata e in seguito riverniciata di verde, con humbucker di una Univox al ponte, e il pickup al manico rimosso. Usata dal vivo tra la fine del 1988 e l’inizio del 1990)
  • Amplificatori:
  • Peavey Vintage Amp 2×12, degli anni ‘70 (preso a 17 anni; sparì tra l’inizio del 1986 e la fine del 1987, non si sa bene come – sembra che il padre di Kurt lo diede in beneficenza)
  • Fender Champ (un piccolo ampi usato verso la fine del 1987)
  • Testata Randall “Commander II” RG120PH Solid-State con cabinet BFI Bullfrog 2×12
  • Effetti:
  • Univox Super-Fuzz (comprato verso la fine del 1987, poi rubato dalla loro sala prove. Il suo tecnico dopo ne fece un clone argentato, chiamato “Yung-Mann Fuzz”)

Boss DM-2 Delay

  • Boss DM-2 Delay (usato in alcuni live e demo casalinghi, ad esempio per If You Must, registrata nel 1988. In seguito forse usato per Love Buzz, nei suoni oscillanti)

1989 – Bleach

  • Chitarre:

Varie Univox Hi-Flyers di Kurt

  • Varie Univox Hi-Flyers (con pickups originali, spesso dal vivo le spaccava. In tour ne continuava a comprare dai negozi di usato, per averne sempre qualcuna, sia con pickup humbuckers che con P-90. Per registrare l’album usò solo chitarre Univox, ma negli anni seguenti le continuò a usare a volte nel periodo di In Utero, in studio e dal vivo)

Univox Hi-Flyer Custom Phase 3 #3

  • Univox Hi-Flyer Custom Phase 3 #3, natural (un modello destrimano del periodo 1974/1977, semplicemente girato per suonarlo mancino. Usata a metà del 1989, dopo che la #1 fu distrutta; fu riverniciata da Kurt in un colore sunburst rossiccio, paletta compresa, nel Giugno 1989. La spaccò in un live, e anni dopo fu messa all’asta)

Univox Hi-Flyers Custom del 1968/1969

  • Univox Hi-Flyers Custom del 1968/1969, sunburst con battipenna tartarugato (una che non spaccò all’epoca, ne sostituì gli originali pickup P90 con un set Seymour Duncan 59 / JB, era la sua preferita. Aveva ponte Ibanez Gibraltar; fu usata per l’ultima volta dal vivo a SNL nel Settembre 1993)

Live nel 1990 con la Mosrite IV “Gospel”, e il DS-1

Mosrite IV “Gospel”

  • Mosrite Mark IV “Gospel” degli anni ‘60, sunburst (un’altra sua chitarra preferita del periodo 1989/1990, non la spaccò mai. Fu usata nel 1990 per il primo concerto dei Nirvana con Dave Grohl. Aveva ponte Bigsby e due single coil; fu venduta a un negozio dell’usato, in seguito)
  • Fender Stratocaster MIJ mancina del 1990, bianca (con logo “K” rosso sul corpo, è stata la sua prima Strato mancina. Usata per la prima volta nell’Ottobre 1990 a Birmingham, quindi probabilmente fu comprata in Inghilterra. Aveva due single coil e un humbucker angolato al ponte – probabilmente installato da Kurt. Sembra sia arrivata al 1991, ma non si sa che fine abbia fatto)

Fender Mustang del 1972

  • Fender Mustang del 1972, sunburst (usata per pochi concerti nel 1989, danneggiandola nel tempo così tanto da renderla impossibile da usare. Kurt aveva installato un humbucker Univox al ponte ed eliminò il pickup al manico. Una volta distrutta del tutto, la scambiò con il chitarrista dei The Grannie per una Gibson SG meno distrutta)
  • Fender Telecaster (usata dal vivo, a volte)

Epiphone ET-270

  • Epiphone ET-270 dei primi anni ‘70, rossa Cherry Red (usata nel tour per Bleach nei primi mesi del 1990. Distrutta infine al Pyramid Club di New York ad Aprile 1990. Si vede brevemente nel video di In Bloom della Sub-Pop)

Gibson SG Standard

  • Gibson SG Standard degli anni ‘70, riverniciata di blu (avuta al posto della Mustang del 1972 – vedi – dal chitarrista dei The Grannie, è stata brevemente vista durante il tour per Bleach in qualche concerto di inizio del 1990. Aveva il pickup al manico rimosso, e un humbucker Univox al ponte. Fu distrutta in un concerto in Messico)

Greco Mustang

  • Greco Mustang sunburst, mancina (vista durante il tour per Bleach, usata a partire dal 1988. Kurt la modificò molto, usando un pezzo della sua vecchia Univox per la piastra dei controlli, installò un humbucker al ponte – sempre dalla Univox, sembra – e lasciò il buco del pickup al manico vuoto. Aveva un adesivo dei Soundgarden. A metà del 1989 sembra fu sverniciata completamente o fu riverniciata di un colore brillante – le foto dell’epoca sono molto sfocate – e cambiò il battipenna che aveva fatto con un pezzo di vinile, con un vero battipenna, bianco)

Hagstrom II

  • Hagstrom II F-200, rossa con battipenna nero (con adesivo dei TAD sottosopra, vista alla fine del 1989 in qualche concerto in Europa. Fu probabilmente comprata in Germania, e poi fu distrutta totalmente in un concerto in Italia nel Novembre 1989)
  • Washburn Force 31 degli anni ‘80, nera (con battipenna bianco e humbucker al ponte, vista nel Dicembre 1989 in alcune date)
  • Copia di una Les Paul, marca sconosciuta (nera con battipenna bianco, vista in un solo concerto, del Gennaio 1990)

“Mustang” fatta in casa

  • “Mustang” fatta in casa, mancina, azzurra (con ponte Shaller hardtail, manico Chandler, piatto dei controlli Mustang e un pickup al ponte Maxon – sembra; usata in un pochi concerti del Febbraio e Aprile 1990. Si vede nel video alternativo di In Bloom)

Aria Pro II Cardinal Series

  • Aria Pro II Cardinal Series CS-350 degli anni ‘80, marrone Walnut (usata nel 1990 in alcuni concerti, distrutta nel Settembre 1990 a Seattle)
  • Amplificatori:
  • In studio:
    • Fender Twin degli anni ‘60 (usato durante le registrazioni di Bleach, era del produttore Jack Endino. Non aveva coni perchè Endino li aveva sfondati)
    • Cabinet 2×12 closedback (con coni Celestion – probabilmente da 70W. Fu usato da Kurt durante le registrazioni, con il Twin)
  • Dal vivo:

Setup ampli completo: Randall/BFI 2×12 e Sunn/Peavey 4×12

    • Testata Randall “Commander II” RG120PH Solid-State con cabinet BFI Bullfrog 2×12

Sunn Beta Lead e cabinet Peavey 4×12

    • Sunn Beta Lead con cabinet Peavey 4×12 (usato in alcuni live del 1989-1990, nel tour di Bleach era usato insieme al setup Randall)
  • Effetti:

Boss DS-1

  • Boss DS-1 Distortion (usava solitamente questi settaggi: Level Max, Tone 11:00 / 1:00, Distortion Max dal vivo o 1:00/2:00 se in studio; erano gli stessi che poi usò sul DS-2 quando, nel Febbraio 1992 sostituì il DS-1. Kurt lo chiamava sempre Roland, non Boss, sbagliando spesso anche il modello)
  • Wah (modello/marca sconosciuti, sembra sia stato usato per registrare Bleach, ma non se ne hanno molte info)
  • Boss DM-2 Delay (forse usato per Love Buzz – vedi sezione “Primi anni” per maggiori informazioni)

1991 – Nevermind

  • Chitarre:

Fender Competition Mustang del 1969

  • Fender Competition Mustang del 1969, mancina, Lake Placid Blue (numero seriale #F279651; ci installò un ponte Gotoh Tune-O-Matic per evitare i problemi di intonazione e sostituzione delle corde, e lo fece da allora su tutte le Mustang. Sembra sia stata presa nel Giugno 1991, e diventò subito una delle sue chitarre preferite e la usò anche nel video di Smells Like Teen Spirit. Nel Novembre 1991 durante un live a Dallas, Kurt finì di cantare Polly e spaccò un monitor, danneggiando la Mustang. Passò quindi alla Jaguar, saltò tra il pubblico mentre la band suonava Love Buzz e mentre tentava di tornare sul palco colpì un buttafuori con la Mustang, procurandogli una profonda ferita. Durante il tour di In Utero fu portata in tour ma non usata, per paura di rovinarla)

Fender Jaguar del 1965

  • Fender Jaguar del 1965, mancina (seriale #95747, con humbucker DiMarzio Super Distortion al ponte e un DiMarzio PAF al manico, al posto degli originali single coils. Queste modifiche furono fatte prima che la prendesse Kurt. Dopo che fu danneggiata sul palco nel 1993, il Super Distortion fu sostituito con un Seymour Duncan JB; aggiunse anche un’ulteriore manopola del volume, e uno switch singolo per la selezione dei pickup al posto del sistema a switch multipli. Sembra che dopo la sua morte, sia stata data al chitarrista delle Hole, Eric Erlandson)

Fender Stratocaster MIJ nera (alla fine di Endless, Nameless)

  • Fender Stratocaster MIJ degli anni ‘90, mancina (nera con battipenna bianco e un humbucker nero angolato al ponte; con humbucker al ponte, usata dal vivo tra Marzo e Ottobre 1991, cambiando a volte il manico e il ponte. Si tratta della chitarra distrutta alla fine di Endless, Nameless. Si tratta dell’unica Strato portata in studio per Nevermind, nel Maggio 1991. Dopo fu riparata nel Giugno 1991, e modificata con un humbucker non più angolato, e con un ponte Tune-O-Matic al posto dell’originale Fender. Fu usata ancora fino a Ottobre, quando fu distrutta a Chicago)

Fender Stratocaster “Vandalism”

  • Fender Stratocaster MIJ “Vandalism” del 1989/1990, mancina (nera con battipenna nero; con humbucker nero Seymour Duncan ‘59 al ponte, adesivo dei Feederz sul corpo con la scritta “Vandalism: as beautiful as a rock on a cop’s face”, e manopola del tono mancante. Usata dal vivo tra Giugno e Dicembre 1991, cambiando a volte il manico – con un Fernandes – e il ponte. Usata anche al Reading Festival 1991, e fu distrutta completamente nella primavera 1992 a Parigi. Dopo la sua morte è stata rimessa insieme ed ora è nel museo EMP a Seattle)

Fender Stratocaster

  • Fender Stratocaster, mancina (bianca Olympic White con battipenna bianco. Aveva tre single coils nel Novembre 1991, quando fu usata per la prima volta dal vivo, poi nel Settembre 1992 – ultima volta che fu vista dal vivo – aveva un humbucker Seymour Duncan Hot Rails nero al manico)

Fender Stratocaster

  • Fender Stratocaster, mancina (nera con battipenna bianco, aveva un humbucker Seymour Duncan Hot Rails nero al ponte. Usata dal vivo tra la fine del 1991 e la metà del 1992)

Fender Stratocaster

  • Fender Stratocaster MIJ degli anni ‘90, mancina (nera con battipenna bianco, aveva un humbucker Seymour Duncan Hot Rails nero al ponte. A metà del 1991 fu cambiato il manico con un Kramer. Usata dal vivo tra Gennaio e Agosto del 1992, l’ultima volta al Reading Festival per un paio di canzoni, dopo di che fu distrutta da Dave Grohl)

Fender Stratocaster

  • Fender Stratocaster MIJ degli anni ‘90, mancina (bianca Olympic White con battipenna bianco, aveva un humbucker Seymour Duncan Hot Rails bianco al ponte. Usata tra il Febbraio e Ottobre 1992, anche per suonare Lithium agli Mtv Music Awards a Settembre 1992; per l’ultima volta fu usata allo stadio Josè Amalfitani in Argentina, dove fu distrutta)
  • Matsumoku/Memphis copia di Stratocaster, mancina (rossa – sembra – con battipenna bianco e tre single coils. Usata nel Gennaio 1991 per uno show benefico, No More Wars Benefit, alla fine del quale la distrusse con un martello)

Fender Telecaster giapponese, blu

  • Fender Telecaster giapponese degli anni ‘80, blu (originariamente era sunburst, ma fu riverniciata in blu e fu inciso sul corpo “Courtney” e un cuore, non si sa se da Kurt o da Courtney Love. Il pickup al ponte fu sostituito con un Seymour Duncan Hot Rails. Si vede brevemente nel video di Come As You Are; fu usata dal vivo tra Gennaio 1992 e Gennaio 1993)
  • Fender Telecaster Deluxe, marrone Walnut (con buca a F, e due humbuckers; usata nel Settembre 1992 per un concerto)

Ferrington Custom Mustang

  • Ferrington Custom Mustang, mancina (blu Sonic Blue, con battipenna tartarugato. Aveva pickups Bartolini in configurazione HSS con il pickup centrale angolato; Kurt installò meccaniche Gotoh e ponte Gotoh Tune-O-Matic. Usata nel Giugno 1992 per un solo show)
  • Fender Mustang, mancina (vedi sezione “Primi anni” per maggiori informazioni)

Harmony Stella 12-string

  • Harmony Stella H912 12-string acustica (comprata in un negozio dell’usato in Wisconsin nell’Ottobre 1989 per circa 30$ per registrare dei demo per Butch Vig. Non riusciva a stare accordata, Kurt usava del nastro adesivo sulle meccaniche perchè non si scordasse. A un certo punto sostituì le corde in metallo originali con sei corde in nylon, ma durante le registrazioni una si ruppe, e registrò Polly così, accordata un semitono sotto; usata anche per registrare Something In The Way, e in Territorial Pissings mandata nel mixer direttamente)
  • Ibanez V300L, natural con battipenna tartarugato (usata verso la fine del 1991 in qualche live)
  • Takamine / Jasmine acustica, mancina (usata dal vivo nel Novembre 1991 per un concerto)
  • Chitarra acustica sconosciuta, mancina (usata dal vivo nel Novembre 1991 per un concerto)

Martin D-18E “Grandpa”

  • Martin D-18E acustica del 1953, “Grandpa” (numero seriale 132933, regalatagli nel 1991 dalla sua fidanzata dell’epoca Mary Lou Lord. Usata durante il tour di Nevermind, ora alla Martin Factory)

Epiphone Texan “Nixon Now”

  • Epiphone Texan “Nixon Now” acustica del 1961, sunburst (con pickup Bartolini 3AV nella buca e adesivo “Nixon Now”, usata dal vivo tra il Settembre 1992 e il Febbraio 1994)
  • Corde Dean Markley Blue Steel (10-52) per le elettriche
  • Corde in bronzo (non ho altre info) per le acustiche
  • Plettri Dunlop Tortex Standard .60mm (arancioni)

Setup live del 1991

  • Amplificatori:

Setup amplificatori dal vivo

  • Dal vivo:
    • Mesa/Boogie Studio .22 Preamp (diceva di mettere i medi al massimo. Usava valvole preamp Mesa/Boogie o Groove Tubes 7025)
    • Crown Power Base 2 Power Amp da 800W (solo in studio, dal vivo lo ha usato per poco tempo, perchè tendeva a dare tantissimi problemi)
    • 2x Crest Audio 4801 Professional Power Amp (uno come backup, dal vivo)
    • Vari cabinets Marshall 4×12 (dal vivo ne usava da 2 a 8, a seconda del luogo in cui suonavano. Usava coni Celestion 75 da 12”. Durante il tour di In Utero, questi cabinets furono dati a Pat mentre Kurt ebbe dei nuovi cabinets con nuovi speakers)

Cabinet Hiwatt 4×12 (live in un negozio di dischi, 16 Settembre 1991)

    • Cabinet Hiwatt 4×12 (visto in uno show solo, nel Settembre 1991)
  • In studio:
    • Setup Mesa/Boogie / Crown con cabinets Marshall (che usava dal vivo)
    • Fender Bassman (usato molto durante le registrazioni)
    • Vox AC-30 (usato molto durante le registrazioni, per le parti pulite)
  • Effetti:
  • Boss DS-1 Distortion (usava solitamente questi settaggi: Level Max, Tone 11:00 / 1:00, Distortion Max dal vivo o 1:00/2:00 se in studio; erano gli stessi che poi usò sul DS-2 quando, nel Febbraio 1992 sostituì il DS-1)

Boss DS-2 Turbo Distortion

  • Boss DS-2 Turbo Distortion (vedi sezione 1989 per maggiori informazioni)
  • Electro-Harmonix Small Clone (comprato nel 1990. Si sente in Aneurysm, ad esempio, ma anche in Smells Like Teen Spirit nel pre-chorus, e in Come As You Are. Settava lo switch Depth sempre in alto, tanto che il suo tecnico lo bloccò così)
  • Dal vivo, usava i pedali in quest’ordine:
    • Boss DS-1 / DS-2
    • Electro-Harmonix Small Clone
  • Electro-Harmonix Big Muff (usato con il Bassman in Lithium, per il suono più scuro)
  • ProCo Rat (sembra sia stato usato in studio per qualche canzone)
  • MXR Phase 100 (usato solo per registrare Curmudgeon, b-side del singolo Lithium)

MXR Distortion+

  • MXR Distortion+ (sembra sia stato usato in qualche live, ma non si sa bene di che periodo. Suppongo il periodo post-Nevermind)

1993 – In Utero

Setup live del 1993/1994

  • Chitarre:
  • Fender Competition Mustang del 1969, mancina, Lake Placid Blue (vedi sezione 1991 per maggiori informazioni)
  • Fender Jaguar del 1965, mancina (vedi sezione 1991 per maggiori informazioni)
  • Univox Hi-Flyers Custom del 1968/1969, sunburst (sembra sia stata usata durante le registrazioni di In Utero – vedi sezione 1989 per maggiori informazioni)

Univox Hi-Flyers, bianca (nel video di Heart-Shaped Box)

  • Varie Univox Hi-Flyers (vedi sezione 1989 per maggiori informazioni. Ne usò una bianca con humbuckers e hardtail, per il video di Heart-Shaped Box)
  • Univox Hi-Flyers, sunburst (con battipenna bianco, usata tra Gennaio e Luglio 1993)
  • Univox Hi-Flyers, bianca (con battipenna bianco e ponte BC Rich Badass, usata per un concerto ad Ottobre 1993)

Fender Stratocaster

  • Fender Stratocaster degli anni ‘90, mancina (sunburst con battipenna bianco, aveva un humbucker Seymour Duncan Hot Rails bianco al ponte e meccaniche Goth, probabilmente. Sembra essere una reissue ‘62 MIJ dei primi anni ‘90. Usata per la prima volta nell’Agosto 1992 al Reading Festival, e l’ultima volta nel Novembre 1993)
  • Fender Stratocaster, mancina (nera con battipenna bianco, aveva un humbucker Seymour Duncan Hot Rails nero al ponte. Usata all’Hollywood Rock Festival nel Gennaio 1993)
  • Fender Stratocaster, mancina (nera con battipenna bianco, aveva tre single coil. Usata tra Aprile e Dicembre 1993)
  • Fender Stratocaster, mancina (rossa Candy Apple con battipenna bianco, con pickup Seymour Duncan Hot Stack bianco al ponte. Usata nel Novembre 1993)

https://www.youtube.com/watch?v=nsWbX4RwPAw

Video della Fender sulle Mustang di Kurt

Fender Mustang Sonic Blue

  • Fender Mustang mancina, Sonic Blue (con battipenna tartarugato e humbucker Seymour Duncan JB al ponte, ponte Gotoh Tune-O-Matic, usata tra Ottobre 1993 e Marzo 1994. Si tratta della sua chitarra principale nel tour In Utero, ed diventata la chitarra di riferimento per il suo modello Fender signature)

Fender Mustang Fiesta Red (qui con ancora il battipenna rosso perlaceo)

Fender Mustang Fiesta Red (con il nuovo battipenna bianco)

  • Fender Mustang mancina, Fiesta Red (usata tra Luglio 1993 e Febbraio 1994; nel tempo sono stati montati vari pickup – Seymour Duncan JB al ponte, alla fine – e battipenna – originariamente era rosso perlaceo, poi bianco. Il ponte fu sostituito con un Gotoh Tune-O-Matic. Fu sostituita alla fine del 1993 con la Mustang Sonic Blue, ma continuò sporadicamente a usarla)

Fender Jag-Stang

Il bozzetto di Kurt per la Jag-Stang

  • Fender Jag-Stang, mancina (Sonic Blue, con battipenna bianco; aveva pickup Seymour Duncan JB al ponte e Fender Texas Special bianco al manico, ponte Gotoh Tune-O-Matic. Usata tra Dicembre 1993 e Febbraio 1994. La Jag-Stang è una chitarra basata su un’idea di Kurt, la Fender nel 1993 venne a sapere di questa sua idea e lo contattò per produrla, in pratica si trattava di un mix di Jaguar e Mustang. Originariamente il pickup al ponte era un DiMarzio H-3, ma Kurt lo sostituì dopo il primo live. Il primo prototipo fu dato a Pete Buck dei REM dopo la morte di Kurt; il secondo prototipo arrivò a Kurt ma non fu mai provato da lui, che morì prima di poterlo testare)
  • Fender Jag-Stang, mancina (Sonic Blue, con battipenna tartarugato; aveva pickup Seymour Duncan JB al ponte e single coil al manico, ponte Gotoh Tune-O-Matic. Usata tra Dicembre 1993 e Febbraio 1994, per l’ultima volta durante la trasmissione televisiva italiana Tunnel)

Fender Telecaster Custom del 1993

  • Fender Telecaster Custom del 1993, sunburst (con battipenna bianco, fu la sua ultima chitarra preferita. Gli fu mandata dalla Fender all’inizio del 1994, e fu usata fino alla sua morte, praticamente solo a casa e in alcune demo casalinghe. Furono sostituite le meccaniche originali con delle Gotoh, il ponte fu sostituito con uno della Stew-Mac, e i pickup originali furono sostituiti con un Duncan JB al ponte e un Gibson PAF al manico)
  • Epiphone Texan “Nixon Now” acustica (vedi sezione 1991 per maggiori informazioni)
  • Martin D-18E acustica del 1958/1959 (comprata a fine 1993. Sostituì l’originale pickup DeArmond con un Bartolini 3AV. Usata tra Settembre 1993 e Febbraio 1994, usata anche per l’Unplugged)
  • Corde GHS Boomers (10-52)
  • Corde in bronzo (non ho altre info) per le acustiche
  • Plettri Dunlop Tortex Standard .60mm (arancioni)
  • Amplificatori:

Fender Twin Reverb

  • Fender Twin Reverb Silverface (c’è chi dice fosse un Blackface) degli anni ‘60 (il suo ampli preferito, usato per registrare – sembra – In Utero e l’Unplugged. Fu preso con manopole mancanti, parti rotte e problemi vari. Il suo tecnico lo rimise a nuovo, sostituì le due valvole originali Peavey 6L6 con delle Groove Tubes 6L6 come finali, e usò delle 7025 come valvole preamp)
  • Testata Marshall Plexi 1959SLP da 100W (usato durante le registrazioni di In Utero, si dice)
  • Fender Quad Reverb (usato da Kurt e Krist durante le registrazioni di In Utero)

Setup live per il tour di In Utero

  • Dal vivo, in quest’ordine:
    • 2x Mesa/Boogie Studio .22 Preamp (uno come backup. Il suo primo Studio .22 fu dato a Pat in questo tour, e il suo tecnico ne ordinò altri tre, di cui due furono dati a Kurt e uno fu tenuto di riserva in caso qualcosa succedesse agli ampli sul palco)
    • 2x Crest Audio 4801 Professional Power Amp (uno come backup)
    • Vari cabinets Marshall 4×12 (dal vivo ne usava da 2 a 8, a seconda del luogo in cui suonavano. Usava sia i 1960A Slant che i 1960AC Vintage, sempre con coni Celestion da 12”, o G12M Greenback o Vintage 30. Copriva sempre il logo Marshall con il nastro adesivo)

Marshall Mini-Stack

  • Marshall Mini-Stack rosso (usato durante il tour di In Utero nel 1993/1994, solo per effetto visivo, non era collegato)
  • Effetti:

DOD FX69 Grunge

  • DOD FX69 Grunge (nel live per Mtv Live And Loud, lo mise in pedaliera come scherzo, per poi lanciarlo nel pubblico in un concerto del 1993. Quando lo aveva in pedaliera, era tra il DS-2 e il SansAmp)

Pedaliera dal vivo (1993 circa)

  • Dal vivo, in quest’ordine:
    • Boss DS-2 Turbo Distortion (vedi sezione 1991 per maggiori informazioni. In questo tour veniva usato principalmente per The Man Who Sold The World con l’acustica, a volte invece Kurt usava come distorsione i due pedali accesi contemporaneamente)

I settaggi del Tech21 Sans Amp di Kurt

    • Tech21 Sans Amp Distortion (nel tour di In Utero diventò la sua distorsione principale)

I settaggi del Poly Chorus di Kurt

    • Electro-Harmonix Poly Chorus (in studio lo ha usato nell’assolo di Heart-Shaped Box, e in Radio Friendly Unit Shifter, Scentless Apprentice. Dal vivo usava o il Poly Chorus o l’Echo Flanger, a seconda di quale funzionava quella sera)
    • Electro-Harmonix Echo Flanger del 1977 (si dice lo abbia usato al posto del Polychorus, in varie occasioni. Come circuiti sono praticamente identici, quindi potrebbe essere vero. Usato in brani come Heart-Shaped Box, Radio Friendly Unit Shifter, e anche in un brano inedito, The Priest They Called Him)
    • Electro-Harmonix Small Clone (vedi sezione 1991 per maggiori informazioni)

1994 – Mtv Unplugged In New York / Ultime sessions

  • Chitarre:
  • Per l’Unplugged:

Martin D-18E

    • Martin D-18E acustica del 1958/1959 (vedi sezione 1993 per maggiori informazioni. Usò un lubrificante sulle corde per ammorbidirla durante l’assolo di About A Girl)
  • Corde GHS Boomers (10-52)
  • Corde in bronzo (non ho altre info) per le acustiche

Plettri Dunlop Tortex Standard .60mm (arancioni)

  • Plettri Dunlop Tortex Standard .60mm (arancioni)
  • Amplificatori:
  • Per l’Unplugged:
    • Fender Twin Reverb degli anni ‘60 (vedi sezione 1993 per maggiori informazioni. Usato solo come monitor, in questa occasione per tenerlo più pulito possibile le valvole finali 7025 originali furono sostituite con delle 12AX7 e la 12AT7 del Phase Inverter fu sostituita con una 12AU7. Per non far notare l’ampli sul palco, fu costruito un box in cui venne inserito l’ampli, per farlo sembrare un normale monitor da palco)
    • D.I. Box (sembra sia stata usata con la Martin per registrare la chitarra, mentre l’ampli era solo un monitor da palco per Kurt)
  • Marshall JMP 50 (usato per le ultime registrazioni con i Nirvana, a fine Gennaio 1994. Durante queste sessions è stata registrata You Know You’re Right)
  • Effetti:
  • Per l’Unplugged:
    • Boss DS-2 Turbo Distortion (vedi sezione 1991 per maggiori informazioni; usato come booster, ad esempio in The Man Who Sold The World)

Electro-Harmonix Small Clone

    • Electro-Harmonix Small Clone (vedi sezione 1991 per maggiori informazioni)
  • In una session del Gennaio 1994, registrò con una pedaliera che era in studio perchè aveva dimenticato i suoi pedali, da queste session venne fuori un inedito, You Got No Right (On The Mountain), in cui si sente molto forte un Ibanez Supermetal e – forse – un Boss Flanger. Nella pedaliera c’erano questi pedali:
    • Boss Flanger
    • Boss Vibrato
    • Boss Delay
    • Dunlop Rotovibe (non usato da Kurt)
    • Ibanez Supermetal

Bibliografia:

Fabrizio Burriello

Fabrizio Burriello

Fabrizio "A2aThoT" Burriello, classe 1982, nasce musicalmente con il rock da bambino, per iniziare poi a suonare la chitarra a 15 anni, e passare al basso dopo qualche anno. Appassionato di rock, metal, elettronica, progressive, e alla continua ricerca della sperimentazione, si concentra sull'effettistica e sullo studio delle strumentazioni usate dagli altri musicisti, creando e collaborando con vari siti web musicali. Dopo varie esperienze con gruppi del napoletano, tra cui i Moodhula e gli Idromele, inizia un progetto da one man band come A2aThoT, autoproducendo tre album di metal sperimentale tra il 2013 e il 2015. Nel 2017 entra come bassista negli Shades Of Hate, band darkwave di Napoli.

More Posts