Negli anni 2000, il Nu Metal era il genere del momento, e tra i gruppi più importanti (sia per qualità che per vendite), i System Of A Down erano uno dei nomi più in voga. Chitarrista di quella band era (ed è di nuovo, a partire dalla reunion degli ultimi anni) Daron Malakian, grande artista sia per il modo di suonare, poco convenzionale, che per l’impatto scenico dal vivo (completamente folle).

L’uso di accordature ribassate (in drop-C tuning e drop-Db tuning), l’utilizzo di scale di derivazione etnica (il gruppo ha origini Armene), lo stile personale e innovativo, lo resero uno dei chitarristi più quotati del momento. L’immagine di Daron è legata all’Ibanez Iceman, fino a che non è passato alle Gibson SG per alcuni anni, ma oltre a queste chitarre Daron ha usato varie soluzioni. Non un grande amante degli effetti, almeno in studio, ma un gran sperimentatore di chitarre e ampli, ci darà sicuramente qualche idea sul suo rig in questo articolo.

Nota: le informazioni e immagini contenute in questa pagina sono tratte da vari siti internet (indicati nella bibliografia in calce). Le informazioni non sono da accettarsi come ufficiali, ma come risultato di ricerche di appassionati e/o giornalisti.


System Of A Down

1998 – System Of A Down

Setup dal vivo (2000)

  • Chitarre:

Fender Stratocaster, nera

  • Fender Stratocaster, nera (con battipenna bianco, vista dal vivo nel 1997)

Fender Stratocaster

  • Fender Big Apple Stratocaster, nera (con battipenna tartarugato, con due humbuckers bianchi. Usata in studio, e dal vivo dal 1998 fino alla metà dell’anno, poi è passato alla Iceman. Questa chitarra è stata vista di nuovo dal vivo a partire dal 2002 nelle mani di Serj Tankian)

Ibanez Iceman, nera

  • Ibanez Iceman IC300, nera (vista a partire dalla metà del 1998)
  • Ibanez Iceman IC300, bianca (vista in un video didattico del 2000)

Ibanez Iceman Custom Baritone, silver glitterata

  • Ibanez Iceman II Custom Baritone, silver glitterata (vista a partire da fine 1999, usata ad esempio per Spider nel 2000 al Conan O’ Brian)
  • Dal vivo (2000):
    • Ibanez Iceman IC300, nera
    • Ibanez Iceman IC300, blu
    • Ibanez Iceman II Custom Baritone, silver glitterata
  • Corde Ernie Ball (56-10 nelle Iceman, 60-12 nella Iceman Baritone)
  • Accordano in drop-C-tuning (CGCFAD)
  • Amplificatori:
  • In studio:
    • Testata Carvin X-100B

Ampli in studio

    • Testata Mesa/Boogie Rectifier
    • Testata Marshall
  • Dal vivo (1997):

Testata Carvin X-100B (1997)

    • Testata Carvin X-100B con cabinet 4×12
  • Dal vivo (1998/1999):

Mesa/Boogie Dual Rectifier (1998)

    • Testata Mesa/Boogie Dual Rectifier con cabinet Mesa/Boogie 4×12
  • Dal vivo (2000):

2x testate Mesa/Boogie Rectifier (2000)

    • 2x testate Mesa/Boogie Triple Rectifier
    • 2x cabinets Mesa Boogie 4×12 (con coni Celestion Vintage 30)
  • Effetti:
  • In studio:
    • Korg DTR-1 Tuner
    • Non ha usato effetti
  • Dal vivo (2000):
    • Shure Wireless
    • Samson Wireless
    • Korg DTR-1 Rackmounted Tuner
    • Peterson Strobe Tuner
    • Boss TU-12H Tuner
    • Switcher Pedal (per cambiare testata o canale?)

2001 – Toxicity / 2002 – Steal This Album!

  • Chitarre:
  • In studio:

Chitarre usate in studio

Gibson Les Paul Standard

    • Gibson Les Paul Standard, nera (credo una delle chitarre principali in studio)

Jackson Randy Rhoads, bianca

    • Jackson Randy Rhoads RR, bianca (sembra abbia pickup Gibson al ponte – una delle chitarre principali in studio)
    • Gibson EDS-1275 Double-Neck 12/6-string SG, bianca
    • Ibanez Iceman II Custom Baritone, silver glitterata (vedi sezione 1998 per maggiori informazioni)
    • Fender Stratocaster (?)

Gibson SG

    • Gibson SG (ha ponte con Tailpiece lunga, 3 pickups)
    • Varie Gibson SG (?)

Ibanez (?)

    • Ibanez (?)
  • Dal vivo:
    • Ibanez Iceman IC300, nera (fino al 2001 – vedi sezione 1998 per maggiori informazioni)
    • Ibanez Iceman II Custom Baritone, silver glitterata (fino al 2001 – vedi sezione 1998 per maggiori informazioni)

Ibanez Iceman, con disegni customizzati

    • Varie Ibanez Iceman IC300 (dal 2001 – con disegni customizzati fatti da suo padre, credo siano la nera e la blu usate finora, con i disegni)

Ibanez Iceman ICX120 Custom

    • Ibanez Iceman ICX120 Custom (con disegno fatto da suo padre, paletta rovesciata)

Ibanez Iceman nera

    • Ibanez Iceman, nera (vista dalla metà del 2003, sembra abbia un ponte diverso da quella usata finora 2000)

Jackson Randy Rhoads, bianca

    • Jackson Randy Rhoads RR, bianca (vista dal vivo molto raramente, credo nel 2000)
    • Corde Ernie Ball
    • Accordano in drop-C-tuning (CGCFAD)
  • Amplificatori:

Amplificatori usati in studio

  • In studio:
    • Testata Carvin (testata principale)
    • Testata Marshall SLP da 100W (modificata)
    • 2x testate Mesa/Boogie Dual Rectifier
    • Testata Matchless
    • Testata Orange
    • Testata Soldano
    • Cabinets Mesa/Boogie 4×12 (con coni Celestion Vintage 30?)
  • Dal vivo (2001):

Amplificatori Mesa/Boogie (2001)

    • 2x / 3x testate Mesa/Boogie Rectifier, ognuna con cabinet Mesa/Boogie 4×12
  • Dal vivo (2002):
    • Testate Mesa/Boogie Rectifier (?)

Cabinets Mesa/Boogie (2002)

    • 4x cabinets Mesa/Boogie 4×12
  • Effetti:
  • In studio:
    • Korg DTR-1 Tuner
    • Non ha usato effetti

Effetti dal vivo (2001/2002)

  • Dal vivo (2001/2002):
    • Korg DTR-1 Tuner
    • Fulltone Clyde Wah (usato dal vivo nel 2002, a volte. Solitamente usato per improvvisazioni, intro, ecc)
    • Line6 DL-4 Delay Modeler (usato nel 2001 e 2002, per poi passare al Boss dal 2003)
    • Line6 MM-4 Modulation Modeler (usato dal 2001 al 2005 per phaser e flanger. Dal 2006 è passato al MXR Phase 90 e MXR EVH Flanger)
  • Dal vivo (2003):
    • Korg DTR-1 Tuner

Pedali Moog (2003)

    • Moog MF-101 MoogerFooger Low Pass Filter (per phaser, flanger, suoni strani)
    • 4x Moog EP-1 Expression Pedal (per il MF-101)

MSD Silver Machine e Boss DD-3

    • MSD Silver Machine Wah (usato dal 2003 al 2005)
    • Boss DD-3 Digital Delay

Pedaliera dal vivo per il Souls Tour (2004)

  • Dal vivo per il Souls Tour (2004):
    • Korg DTR-1 Tuner
    • MSD Silver Machine Wah
    • Boss DD-3 Digital Delay
    • SIB! Mr. Delay (prototipo, ne esistono solo 2 al mondo. Usato nel 2003 e 2004)
    • Boss RC-20 Loop Station (si vede nelle foto, ma poi non l’ha usato in pedaliera)
    • Boss DD-20 Giga Delay (usato nel 2004 e all’inizio del 2005 per i suoi delay)
    • Line6 MM-4 Modulation Modeler
    • Boss PC-2 Percussion Synthesizer (si vede nelle foto, ma poi non l’ha usato in pedaliera)
    • Voodoo Labs Pedal Power 2

2005 – Hypnotize / Mesmerize

Setup dal vivo (2005/2006)

  • Chitarre:
  • In studio:
    • Gibson SG del 1962 (chitarra principale per i suoni distorti, ha ponte tremolo)
    • Jackson Randy Rhoads Flying V (con humbuckers, per i distorti)
    • 2x Gibson Korina Flying V (dei primi anni ‘80, per i distorti)

Gibson SG Special, rossa

    • Gibson SG Special del 1964 (con P-90, usata per doppiare le parti pesanti suonate con le Flying V o la SG del ‘62)
    • Fender Jazzmaster (usata per i suoni etnici in stile bouzouki, o le armonie)
    • Hagstrom, rossa degli anni ‘60 (usata per l’intro di Hypnotized)

Gibson Double-Neck SG

    • Gibson EDS-1275 Double-Neck 12/6-string SG, bianca (per il drone nell’intro di Hypnotized, suonava il manico 12-string, ma lasciando accesi i pickup della 6-string, così da avere una risonanza da quella chitarra)

Jackson Randy Rhoads RR

    • Jackson Randy Rhoads RR, bianca (vedi sezione 2001 per maggiori informazio)
    • Corde Ernie Ball (050 o 048)

Plettri Dunlop

    • Plettri Dunlop Tortex larghi e triangolari (per basso)

Gibson SG

  • Dal vivo (2005/2006):
    • 3x Gibson SG Les Paul Reissue, rossa (senza Vibrola)
    • Gibson SG Standard ‘61 Reissue, rossa

Gibson SG, bianca (2005)

  • Gibson SG, bianca (con P-90, usata solo una volta dal vivo, nella primavera del 2005)

Gibson SG Standard, nera (2006)

    • Gibson SG Standard, nera (vista a partire dal 2006, la usava come backup)
  • Accordano in drop-Db-tuning (Db,Ab,Db,Gb,Bb,Eb)
  • Bassi (solo in studio):
  • Fender Precision Bass
  • Amplificatori:
  • In studio:
    • Testata Marshall JMP100 da 100W (il secondo canale è modificato per extra gain, il primo è originale) con cabinet Marshall 4×12 (suono principale per i distorti)
    • Divided By 13 FTR-37 (usato spesso con la Jazzmaster per i suoni etnici in stile bouzouki, o le armonie)
    • WEM Watkins Dominator, degli anni ‘60 (usata per l’intro di Hypnotized)
    • Stack Ampeg SVT (per il basso)

Amplificatori dal vivo (2005)

  • Dal vivo, ha due sistemi di rack/ampli identici, uno come backup (2005/2006):
    • Testata Divided By 13 da 100W (con valvole finali 6550, per i puliti) con cabinet Divided By 13 Open-Back 2×12 (con un Alnico Blue, e un Celestion G12H. Solo il Celestion è microfonato)
    • Testata Marshall SLP Reissue da 100W (con valvole EL34, per i distorti) con 2x cabinets Marshall 1960A 4×12 (con coni Celestion Vintage 30)
  • Effetti:
  • Dal vivo, ha due sistemi di rack/ampli identici, uno come backup (2005/2006):
    • Furman PL-Plus Power Conditioner
    • 2x Shure UHF Wireless Unit
    • Whirlwind Multi-Selector (sceglie tra le chitarre)
    • GCX Ground Control Interface (switch tra gli ampli)
    • Dunlop Crybaby Wah (a terra, l’unico pedale)
  • Dal vivo (2005):
    • Line6 MM-4 Modulation Modeler
    • MSD Silver Machine Wah
    • Boss DD-3 Digital Delay
  • Dal vivo (2006):
    • MXR Phase 90
    • 2x Boss Digital Delay (DD-3?)
    • Vox V848 Clyde McCoy Wah

2011/2017 – Reunion (solo live)

  • Chitarre:

Gibson SG

  • Gibson SG Custom Shop, nera Ebony (con ponte Maestro Vibrola ma senza leva, chitarra principale dal vivo dal 2011 al 2014. Avuta nel 2009, per molto tempo l’ha usata senza battipenna, poi nel 2012 è stato aggiunto un battipenna dorato. Usata poi anche con gli Scars On Broadway nel 2012)

Ibanez Iceman Custom Shop

  • Ibanez Iceman Custom Shop, nera del 2010 (basata sul modello 2663 Artist. Ha ponte con Tailpiece lunga, pickups Gibson, chitarra principale dal vivo dal 2015 al 2017)

Ibanez Iceman

  • Ibanez Iceman, silver glitterata (vista dal vivo a metà 2017)
  • Gibson SG Custom Shop (una delle chitarre del periodo Mesmerize/Hypnotize, usata come backup)
  • Amplificatori:

Amplificatori dal vivo (2011)

  • Dal vivo (2011):
    • Testate Marshall (?)
    • 2x / 3x cabinets Marshall 4×12
  • Dal vivo (2014):
    • 2x testate Marshall JMP100 (1959 Reissue? – una per i puliti, una modificata per i distorti)
    • 2x testate Marshall JMP100 (1959 Reissue? – una per i puliti, una modificata per i distorti – come backup

Setup di Daron e Serj al Download Festival (2017)

  • Dal vivo (2017):
    • 2x testate Marshall Super Lead 1959SLP
  • Effetti:
  • Boss TU-3 Chromatic Tuner (lo usa dal 2010)
  • Dal vivo (2011):
    • Vox V848 Clyde McCoy Wah
    • MXR EVH-117 Eddie Van Halen Flanger (usato nell’intro di Holy Mountains nel Maggio 2011)
  • Dal vivo (2014):
    • 2x Boss NS-2 Noise Suppressor (nel loop FX delle due testate modificate)

Pedaliera (2014)

    • Pedaliera (usata dal suo tecnico):
      • Amp Switcher
      • Boss TU-3 Chromatic Tuner (usato anche come muter)
      • MXR Phase 90

Strymon DIG Delay

      • Boss DD-5 Digital Delay (nel 2015, in America Latina, è stato sostituito da uno Strymon DIG Dual Digital Delay)
      • Voodoo Lab Ground Control Pro MIDI Foot Controller
  • Dal vivo (2017):
    • Voodoo Lab GCX Guitar Audio Switcher
    • Boss NS-2 Noise Suppressor (nel rack)
    • AmpRX Power Station 2400 – 1200W/2400W Rackmount Voltage Regulator
    • Furman Power Conditioner

Scars Of Broadway

2008 – Scars Of Broadway

  • Chitarre:

Gibson SG Custom Shop, nera

  • Gibson SG Custom Shop, nera Ebony (con ponte Maestro Vibrola ma senza leva – vedi sezione 2011/2017 per maggiori informazioni)
  • Gibson SG Standard, rossa
  • Gibson SG Standard, nera

Gibson Flying V

  • Gibson Flying V, natural con battipenna nero (vista dal vivo nel 2010)
  • Amplificatori:

Marshall 4×12

  • Dal vivo:
    • 2x testate Marshall (Super Lead 1959SLP, credo – si vedono nel video di They Say)
    • 1x / 2x cabinets Marshall 4×12
  • Effetti:

Il suo rack nel video di They Say

  • Dal vivo (2008):
    • Furman Power Conditioner
    • 2x Shure Wireless System
    • Korg DTR-1 Rackmounted Tuner
    • Tutti i suoi effetti vengono gestiti dal suo tecnico

Pedaliere usate dal vivo (2010/2011)

  • Dal vivo, tra i vari pedali usati (2010/2011):
    • Dunlop BG-55 Crybaby
    • Vox V848 Clyde McCoy Wah
    • Fulltone Clyde Wah
    • Line6 DL-4
    • MXR Phase 90 (usato ad esempio in Universe)
    • Boss (Chorus?)
    • Boss DD-3 Digital Delay (usato ad esempio in Scars On Broadway, Universe, Insane, Cute Machines)
    • MXR EVH-117 Eddie Van Halen Flanger (usato nell’Agosto 2010 per alcuni suoni atmosferici)
    • Boss TU-2 Chromatic Tuner
    • MSD Silver Machine Wah
    • Electro-Harmonix Deluxe Memory Man

Bibliografia:

Fabrizio Burriello

Fabrizio Burriello

Fabrizio "A2aThoT" Burriello, classe 1982, nasce musicalmente con il rock da bambino, per iniziare poi a suonare la chitarra a 15 anni, e passare al basso dopo qualche anno. Appassionato di rock, metal, elettronica, progressive, e alla continua ricerca della sperimentazione, si concentra sull'effettistica e sullo studio delle strumentazioni usate dagli altri musicisti, creando e collaborando con vari siti web musicali. Dopo varie esperienze con gruppi del napoletano, tra cui i Moodhula e gli Idromele, inizia un progetto da one man band come A2aThoT, autoproducendo tre album di metal sperimentale tra il 2013 e il 2015. Nel 2017 entra come bassista negli Shades Of Hate, band darkwave di Napoli.

More Posts