Chitarrista ritmico, cantante, principale compositore, leader e frontman. James Hetfield è tutto questo per i Metallica, sua creatura dai primissimi anni ’80 che ha fondato assieme al batterista Lars Ulrich. Un chitarrista fondamentale per il metal, che ha fatto scuola per tutti i musicisti che vogliono capire cosa è un riff heavy, quantomeno dal 1983 (anno di uscita del loro primo album) in poi. James mette in primo piano la musica, senza fronzoli, senza fare assoli nel senso più classico (per quello c’è Kirk Hammett…): lui suona i riff, le armonie al massimo, sempre con un suono studiato per essere presente, pieno e pesantissimo. E allora vediamo come viene costruito il suo sound, e come è cambiato negli anni.

Nota: le informazioni e immagini contenute in questa pagina sono tratte da vari siti internet (indicati nella bibliografia in calce). Le informazioni non sono da accettarsi come ufficiali, ma come risultato di ricerche di appassionati e/o giornalisti.


1983 – Kill ‘Em All

  • Chitarre:

  

Elektra Flying V

  • Elektra Flying V bianca, una copia giapponese (si tratta della terza chitarra che James ha mai posseduto. Ha manico avvitato; dovrebbe essere della fine degli anni ‘70 o inizio degli anni ‘80, in seguito James ha aggiunto un humbucker Seymour Duncan Invader al ponte)
  • Amplificatori:
  • Testata Marshall SLP da 100W, modificata da Josè Arredondo
  • Testata Marshall JCM800, modificata da Josè Arredondo
  • Cabinet Marshall 4×12
  • Effetti:
  • ProCo Rat Distortion (nel 1984 verrà rubato insieme a molti strumenti della band)

1984 – Ride The Lightning

  • Chitarre:
  • Elektra Flying V bianca (vedi sezione 1983 per maggiori informazioni)

  

Gibson Explorer “More Beer!”

  • Gibson Explorer “More Beer!” bianca, del 1984 (con pickup Gibson 500T al ponte e Gibson 496R al manico, ponte Tune-O-Matic. In seguito ha sostituito i pickups originali con degli EMG 81, e ha aggiunto la scritta “More Beer!”)
  • Amplificatori:

Setup in studio (sembra essere una JMP 2203 pre-JCM800 Master Model, del 1980 circa)

  • Varie testate Marshall da 100W (poi modificate) con cabinet Marshall 4×12
  • Effetti:
  • Ibanez TS-9 Tube Screamer

1986 – Master Of Puppets

  • Chitarre:
  • Elektra Flying V bianca (vedi sezione 1983 per maggiori informazioni, usata solo in studio)
  • Gibson Explorer “More Beer!” bianca, del 1984 (vedi sezione 1984 per maggiori informazioni)

 

Jackson King V

  • Jackson King V, bianca (usata dal vivo in questo periodo, perchè voleva diventarne endorser)
  • Amplificatori:
  • In studio:
    • Testata Mesa/Boogie Mark IIC++ (della metà degli anni ‘80, modificato dalla Mesa)
    • Testata Marshall JCM 800 modificata da Jose Arredondo (in Slave alla Mesa/Boogie)
    • Cabinet Marshall 4×12 con coni da 65W

Setup live

  • Live:
    • Testata Ampeg SVT a valvole (per i puliti)
    • 2x testate Mesa/Boogie Mark IIC+
    • 2x testate Marshall JCM800 (credo sempre in Slave alla Mesa/Boogie)
    • Cabinets Marshall 4×12
  • Effetti:
  • In studio:
    • Furman PQ4 Parametric Equalizer
    • Ibanez Multi-Effects
  • Live (vedi foto nella sezione amplificatori):
    • Boss Pedal (blu)
    • Boss Flanger
    • ADA Footswitch
    • Boss Tuner
    • Rocktron Compressor/Limiter/Hush
    • ADA 2FX Multi-Effects Processor
    • Ibanez UE400 Multi-Effects

1988 – …And Justice For All

  • Chitarre:
  • Gibson Explorer “More Beer!” bianca, del 1984 (vedi sezione 1984 per maggiori informazioni)

ESP Explorer #1 “Eet Fuk”

  • ESP Explorer #1 “Eet Fuk”, bianca (ha inlays a forma di dito medio alzato, scritta “EET FUK” sul corpo, pickups EMG 81/60, e nel tempo ha subito varie rotture alla paletta. Questa è la sua prima ESP)
  • ESP Explorer #2, bianca (con inlays a punto, è stata la sua chitarra principale in studio)
  • ESP Explorer, nera (con inlays a punto)
  • Amplificatori:
  • In studio:
    • Testata Mesa/Boogie Mark IIC++ (della metà degli anni ‘80, modificato dalla Mesa)
    • Testata Marshall JMP/JCM
    • Roland JC-120 Combo (per i puliti)
    • Cabinets Marshall 4×12
    • Cabinets Mesa/Boogie 4×12

Setup dal vivo

  • Dal vivo:
    • 2x testate Mesa/Boogie Mark IIC++
    • 2x Mesa/Boogie Strategy 400
    • Roland JC-120 Combo (per i puliti)
  • Effetti:
  • Dal vivo (vedi foto nella sezione amplificatori):
    • 3x Aphex Vertical Parametric Eq / Lunchbox
    • ADA 2FX Multi-Effects
    • Rocktron Compressor / Limiter / Hush

1991 – Metallica

  • Chitarre:
  • Gibson Explorer “More Beer!” bianca, del 1984 (vedi sezione 1984 per maggiori informazioni)
  • ESP Explorer #1 “Eet Fuk”, bianca (vedi sezione 1988 per maggiori informazioni)
  • ESP Explorer #2, bianca  (vedi sezione 1988 per maggiori informazioni)

  

ESP Explorer “Snake inlays”

  • ESP Explorer “Snake inlays”, nera (con inlays a serpente, pickups EMG 81/60)

ESP Explorer “ESP Custom”

  • ESP Explorer “Fuk Em Up”, nera (con inlays a punto e marchio “ESP Custom”, con scritta “FUK EM UP” sul corpo, ha pickups EMG 81/60)

ESP Explorer nera

  • ESP Explorer MX-220 (nera, con pickup EMG 81 al ponte e EMG 60 al manico, è la sua chitarra principale. Per registrare Sad But True ha usato il pickup al ponte ed era accordata in D standard: DGCFAD)

ESP Explorer “Deer Skull inlays”

  • ESP Explorer “Deer Skull inlays”, nera (con inlays a forma di teschio di cervo della Jagermeister. Usata nei primi anni ‘90, nei primi anni 2000 è stata ricoperta con un piatto nero a diamanti. Ha pickups EMG 81/60)

 

ESP Explorer “Men To Wolf inlays”

  • ESP Explorer “Men To Wolf inlays”, nera (con inlays a forma di uomo che si trasforma in lupo)

ESP Explorer con single coils

  • ESP Explorer, nera (con single coils EMG al manico e al centro, e EMG 81 al ponte. Usata molto raramente dal vivo, a volte per Nothing Else Matters)

  

ESP Doubleneck Explorer

  • ESP Doubleneck Explorer, nera (doppio manico 12/6 corde, con pickups EMG 81/60 e inlays a forma di anatra)
  • Gibson Explorer nera (con inlays a punto)

Danelectro 12-string

  • Danelectro 12-string, bianca Olympic White
  • Jerry Jones copia di una Danelectro Longhorn Baritone, blu (usata per registrare delle tracce di Sad But True con il pickup al ponte, accordata un’ottava sotto rispetto alla ESP)
  • Vincent Bell Coral Sitar, rosso (usato in Wherever I May Roam)

 

Fender Telecaster ‘52 Re-Issue

  • Fender Telecaster ‘52 Re-Issue, bionda Butterscotch (usata per registrare parti dell’album, ha un B-Bender Parson. Usata nella melodia d’apertura di The Unforgiven, dal vivo usata solo una volta nel 1998 agli American Music Awards. Si vede anche nel video di Nothing Else Matters)

“Hetfield” Stratocaster

  • “Hetfield” Stratocaster, natural (con tre pickups EMG single coil)

Gibson Moderne

  • Gibson Moderne, nera (tutta originale)

Gretsch White Falcon

  • Gretsch White Falcon (con ponte Bigsby, usata per registrare parti dell’album, ad esempio alla fine del ritornello di Nothing Else Matters. In realtà è di Bob Rock)

Gibson SG Doubleneck

  • Gibson SG DoubleNeck 12/6-string, rossa
  • Guild Jumbo 12-string acustica (usata per registrare parti dell’album, ad esempio in Nothing Else Matters nei ritornelli, con i E cantini scordati in D per un suono più pieno)
  • Tom Anderson Stratocaster (usata per la maggior parte di Nothing Else Matters. In realtà è di Kirk)
  • Aria acustica con corde in nylon (un regalo di Cliff Burton)
  • Fender Senandoah, con corde in acciaio (per gli alti brillanti)
  • Corde Ernie Ball Power Slinky 011-048 (per l’accordatura in D)
  • Plettri Dunlop Tortex .88 mm
  • Amplificatori:
  • In studio:
    • Testata Mesa/Boogie Mark IIC++ (della metà degli anni ‘80, modificato dalla Mesa. Probabilmente ha usato nel loop FX gli Aphex EQF-2 e l’Aphex CX-1 per registrare Sad But True, con l’EQ del Mesa in modalità scooped mid V – con questi settaggi: Volume 1: 9.5, Treble: 5/pull shift, Bass: 2, Middle: 0, Master 1: 4/pull deep, Lead Drive: 6/pull lead, Lead Master: 4, Presence 3, Graphic EQ: 80 +2, 240 0, 750 -12, 2200 0, 6600 +3)
    • Mesa/Boogie Mark IV
    • Marshall JCM800 da 100W modificato da Jose Arredondo (usato ad esempio per registrare Sad But True, per compensare i medi tagliati del Mesa)
    • ADA MP-1 Preamp (usato ad esempio per registrare Sad But True)
    • Mesa/Boogie Strategy 400 Power Amp (usato ad esempio per registrare Sad But True)
    • Roland JC-120 Combo (per i puliti, suppongo)
    • Vari cabinets Marshall 1960B 4×12 (con coni Celestion Vintage 30, usati per registrare ad esempio Sad But True)
    • Cabinets Mesa/Boogie 4×12
    • Cabinets Mesa/Boogie 2×12

Setup dal vivo (inizio del tour)

  • Dal vivo:
    • Testata Mesa/Boogie Mark IIC+
    • Mesa/Boogie Studio Preamp
    • 2x Mesa/Boogie Strategy 400 Power Amp
    • 2x Cabinets Marshall 1960 4×12
    • 2x Cabinets Mesa/Boogie 4×12
    • Roland JC-120 Combo (per i puliti)

Testata Mesa/Boogie (tour 1993)

  • Dal vivo (tour del 1993):
    • 2x testate Mesa/Boogie Mark IIC+
    • ADA MP1 Preamp
    • Mesa/Boogie Studio Preamp
    • 2x Mesa/Boogie Strategy 400 Power Amp
  • Effetti:
  • In studio:
    • ADA MQ1 Equalizer
    • 2x Aphex EQF-2 Equalizer (probabilmente usati per registrare Sad But True, tagliando la frequenza del 1.2kHz – con questi settaggi: EQ1: 4.2kHz shelving/+6, 1.2kHz/-6, 120Hz shelving/+4, high-pass filter 100Hz; EQ2: 6kHz shelving/+6, 900Hz/-6, 240Hz peaking/-4)
    • Aphex CX-1 Compressor/Expander (probabilmente usati per registrare Sad But True)
  • Dal vivo (all’inizio del tour):
    • Boss SE-50
    • Juice Goose Power Conditioner
    • ADA 2FX Multi-Effects
    • Rocktron Juice Extractor
    • Rocktron Patchmate
    • Bradshaw Switcher
    • ADA MQ1 Equalizer
    • “Lunchbox” Aphex Parametric Equalizer

Setup dal vivo (tour del 1993)

  • Dal vivo (tour del 1993):
    • Furman Power Conditioner
    • ADA 2FX Multi-Effects
    • 2x ADA MQ1 Equalizer
    • Rocktron Juice Extractor
    • 3x Aphex Parametric Equalizer verticali
    • Rocktron Patchmate
    • Rocktron / Bradshaw Switching System

1996 – Load

Setup in studio di James

  • Chitarre:
  • In studio:
    • ESP Explorer #2, bianca  (vedi sezione 1988 per maggiori informazioni)
    • Gibson Les Paul
    • Fender Telecaster ‘52 Re-Issue, bionda Butterscotch (vedi sezione 1991 per maggiori informazioni)
    • Gretsch White Falcon (vedi sezione 1991 per maggiori informazioni)
    • Gibson SG del 1963

 

Dommenget Les Paul

    • Dommenget Les Paul, nera (forse, sembra sia stata fatta per James qualche anno fa)
    • Martin D-28 acustica, nel 1966 (per registrare Mama Said)
    • L’album è accordato in Eb-tuning
  • Dal vivo:

 

Ken Lawrence Explorer #1

    • Ken Lawrence Explorer #1 (con pickup EMG 81/60, segnaposizione laterali in fibra ottica che si accendono di rosso)

 

ESP Flying V, nera con fiamme rosse

    • ESP Flying V, nera con fiamme rosse (la ESP JH1 Signature Model si basa su questa chitarra. Ha meccaniche Sperzel, stella dei Metallica al primo tasto, pickups EMG 81/60)

 

ESP Explorer “Deer Skull inlays”, ora con piatto nero di diamanti

    • ESP Explorer “Deer Skull inlays”, nera (vedi sezione 1991 per maggiori informazioni. Ora il corpo è coperto da un piatto nero di diamanti)
    • ESP Explorer “Snake inlays”, nera (vedi sezione 1991 per maggiori informazioni)
    • ESP Explorer con inlays a punto, nera (vedi sezione 1991 per maggiori informazioni)

  

ESP Explorer “Elk”

    • ESP Explorer “Elk”, nera (con inlays a forma di filo spinato, teschio di cervo inciso a fuoco nel legno, pickups EMG 81/60)

 

ESP Flying V, nera con fiamme verdi

    • ESP Flying V, nera con fiamme verdi (simile alla nera con fiamme rosse, ha le bandiere della Corvette sotto il ponte e scritta “Fuel Injection” vicino al piatto dei controlli, stella dei Metallica al primo tasto, pickups EMG 81/60)
  • Amplificatori:
  • In studio:
    • Mesa/Boogie Triaxis Preamp
    • Testata Mesa/Boogie Mark IIC+
    • Testata Marshall da 100W modificata da Jose Arredondo
    • Combo e testate Roland JC-120
    • Matchless Spitfire
    • Fender Twin
    • Combo Magnavox 2×12
    • Roland Blues Cube
    • Cabinets Marshall 4×12
    • Cabinets Mesa/Boogie 4×12

Setup dal vivo

  • Dal vivo:
    • Testata Roland JC-120H
    • 4x Mesa/Boogie Triaxis (due puliti, in stile Mark IV, due distorti in stile MK IIC+ e Mark IV, con l’EQ nel loop. Ne usa uno per, l’altro di ogni suono è di riserva)
    • 2x Mesa/Boogie Strategy 400 stereo Power Amp (per i Triaxis, uno per i puliti, uno per i distorti)
  • Effetti:
  • In studio:
    • Aphex Parametric EQ
  • Dal vivo:
    • Juice Goose Grand Loop Control 320 (Power Strip)
    • Sony WRR-840 Wireless System
    • TC Electronics M2000 Effects Processor
    • Mesa Boogie Custom Graphic EQ (nel loop FX del Triaxis distorto)
    • Mesa Boogie Hi Gain Amp Switcher
    • Rocktron/Bradshaw RSB 12R Switching System (con Controller)
    • Cassetto pedali:
      • Digitech Whammy pedal
      • Electro-Harmonix Bass Micro Synth
      • MXR Phase 100

1997 – ReLoad

  • Chitarre:
  • In studio:
    • Ken Lawrence Explorer #1 (vedi sezione 1996 per maggiori informazioni)
    • ESP Explorer #2, bianca (vedi sezione 1988 per maggiori informazioni)
    • Gibson Les Paul del 1959, sunburst

Gibson SG del 1963

    • Gibson SG del 1963 (regalatagli da Bob Rock, usata per i suoni medi e i super distorti)
    • Fender Telecaster con B-Bender (usata per Unforgiven II)
    • Altre chitarre economiche

Chitarre usate dal vivo

  • Dal vivo:
    • Chitarre usate nel tour di Load
    • ESP Eclipse, nera
    • Martin D-28 acustica (usata nel Poor Re-Touring Me tour del 1998, e in altre occasioni in acustico)

 

National Resoelectric

    • National Resoelectric (usata nel Poor Re-Touring Me tour del 1998, e in altre occasioni in acustico, e anche nello speciale di Mtv Reload Rehearse Request)

National Style O Resoelectric

    • National Style O Resoelectric (usata nello speciale Don’t Call Us, We’ll Call You per la radio KSJ0, e durante i set acustici del Poor Re-Touring Me tour del 1998)

ESP Eclipse 1

    • ESP Eclipse 1 (James ha un paio di queste chitarre, in seguito ha mosso lo switch dei pickups mettendolo vicino agli altri controlli, lasciando quello originale solo per estetica. ha inlays a forma di bandiera da corsa, inlay ESP al 12mo tasto, pickups EMG 81/60)

ESP Eclipse 2

    • ESP Eclipse 2 (James ha un paio di queste chitarre, in seguito ha mosso lo switch dei pickups mettendolo vicino agli altri controlli, lasciando quello originale solo per estetica. ha inlays a forma di bandiera da corsa, inlay con bandiera a scacchi al 12mo tasto, pickups EMG 81/60)
  • Amplificatori:
  • In studio:
    • Rack usato dal vivo per Load
    • Mesa/Boogie Mark IIC+
    • Wizard Modern Classic (parte importante del suo suono pesante)
    • Vox AC-30 (per i medi)
    • Roland JC-120 Jazz Chorus (per i puliti, ha usato combo e testate)
    • Magnavox Amp (vecchio)
    • Cabinets Marshall 4×12
    • Cabinets Mesa/Boogie 4×12
  • Effetti:
  • In studio:
    • Rack usato dal vivo per Load
    • Qualche pedale Lovetones

1998 – Garage Inc

  • Chitarre:
  • Ken Lawrence Explorer #1 (vedi sezione 1996 per maggiori informazioni)
  • Gibson SG del 1963 (vedi sezione 1997 per maggiori informazioni)
  • Amplificatori:
  • Setup usato per Load e ReLoad
  • Testate Wizard Modern Classic e cabinets Wizard 4×12 (usate per un po’ dal vivo)
  • Effetti:
  • Setup usato per Load e ReLoad

1999 – S/M

  • Chitarre:
  • Ken Lawrence Explorer #1 (vedi sezione 1996 per maggiori informazioni)
  • ESP Explorer “Elk”, nera (vedi sezione 1996 per maggiori informazioni)
  • Amplificatori:
  • Setup usato per Load e ReLoad
  • Effetti:
  • Setup usato per Load e ReLoad
  • MXR Phase 100

2003 – St. Anger

  • Chitarre:
  • In studio:
    • Varie ESP Explorer, con coperture a diamanti neri o cromate (usate dal periodo del Load Tour)

ESP LTD Grynch Baritone

    • Prototipo della ESP LTD Grynch Baritone, nera con fiamme verdi (con scritta Grynch al 12mo tasto, accordata in standard-B-tuning)
    • ESP LTD Viper Baritone, nera
    • ESP LTD H-207, colore Cherry Black

Gibson “Uncle Milty” / “Iron Cross” Les Paul

    • Gibson “Uncle Milty” / “Iron Cross” Les Paul Custom del 1973, nera (con pickups EMG Custom, strisce da corsa e croce in acciaio. Milton Berle era un comico)

ESP Explorer, bianca

    • ESP Explorer #2, bianca  (vedi sezione 1988 per maggiori informazioni)

ESP Eclipse “Kustom Kulture”

    • ESP “Kustom Kulture” Eclipse (con grafica personalizzata Kustom Kulture, pickups EMG 81/85. Vista dal vivo molto poco, solo dal vivo a Phoenix nel Marzo 2004 per Breadfan e Hit The Lights)
    • ESP Explorer (con piatto di diamanti cromato lucido)
    • Ken Lawrence Explorer #1 (vedi sezione 1996 per maggiori informazioni)

Gibson Explorer “Rusty”

    • Gibson Explorer “Rusty” del 1976, nera (in colore nero gotico, con pickups EMG 81/60, battipenna effetto ruggine. Si vede nel video di St. Anger)
    • ESP LTD F300FM
    • Tom Anderson Stratocaster (di Kirk, vedi sezione 1991 per maggiori informazioni)
    • ESP H207 7-string, nera

ESP LTD Viper 301

    • ESP LTD Viper 301 (nera con decorazioni rosse, dipinta dallo stesso grafico della Grynch)
    • Gibson Les Paul del 1959, sunburst
    • Fender Danny Gatton Telecaster (usata nella canzone St. Anger)
    • Corde Ernie Ball (.010-.046)
    • Corde Ernie Ball (.013-.058 sulla Viper Baritone)
    • L’album è accordato in drop-C-tuning
  • Dal vivo:

Chitarre usate dal vivo

    • Gibson Explorer “Rusty”, nera (vedi sezione in studio)
    • Gibson “Uncle Milty” / “Iron Cross” Les Paul Custom del 1973, nera (vedi sezione studio)
    • ESP LTD F300FM

ESP Explorer Snow-White

    • ESP Explorer Snow-White (nuovo modello, usato dal 2003 in poi, sembra avere le solite specifiche delle ESP Explorer di James, ma ha inlays a forma di augurio di buona fortuna. Ha grafica a ragnatele sul corpo, e un disegno con scritta “Papa Het / Since 1963”)
    • Ken Lawrence Explorer #1 (vedi sezione 1996 per maggiori informazioni)

 

Ken Lawrence Explorer #2

    • Ken Lawrence Explorer #2 (ha pickups EMG 81/60, inlays a forma di sole e raggi, segnatasti laterali in fibra ottica che si accendono in arancione)
    • ESP Explorer “Elk”, nera (vedi sezione 1996 per maggiori informazioni)

  

ESP LTD F300FM

    • ESP LTD F300FM, in colore nero trasparente (usata in drop-C-tuning, vista per la prima volta per suonare Frantic all’Mtv Icon. Ne ha un’altra simile ma di colore nero normale. Ha ponte Tune-O-Matic, pickups EMG 81/81, inlays a forma di punti e frecce, meccaniche Sperzel)
    • ESP LTD F300, nera
    • Gibson Les Paul, nera #1

Gibson Les Paul nera #2

    • Gibson Les Paul, nera #2 (probabilmente ha cambiato i pickups)

 

Gibson Les Paul, viola satinata

    • Gibson Les Paul, viola satinata

ESP Eclipse “Tiki Guy”

    • ESP Eclipse “Tiki Guy” (si tratta di una Custom o una Standard, forse. Ha un omino tiki sotto al ponte)

 

Gibson Explorer, nera con fascia bianca

    • Gibson Explorer, nera con fascia bianca dei Metallica (usata a partire dalla fine del 2003)
    • ESP Custom F 7-String “Flame Inlays” (con inlays a fiamma)
    • ESP Custom F 7-String “Cross Inlays” (con inlays a croce)
    • ESP LTD “The Gobelin” 7-string
    • ESP Eclipse, grigia
    • Gibson Les Paul, viola rovinata
    • ESP Eclipse, nera

 

ESP LTD EC-400AT

    • ESP LTD EC-400AT, dorata
    • Prototipo della ESP Eclipse “Truckster”, grigia
    • ESP F “Papa Het inlays” (con scritta negli inlays “PAPA HET”)
    • Gibson “Old School” Les Paul
  • Amplificatori:

James in studio

  • In studio:
    • Diezel VH-4 (è diventato il suo ampli principale in studio, forse ha valvole EL34)
    • Mesa Boogie Triaxis
    • Mesa/Boogie Strategy 400 (?)
    • Randall Cyclone (era in studio, ma l’ha usato pochissimo)
    • Randall Titan (era in studio, ma l’ha usato pochissimo)
    • Marshall JCM 800 (?)
    • Marshall prototype head – Marshall Mode Four, solid state hybrid.
    • Marshall JMP2203 (di Kirk)
    • Marshall 100W Super Lead modificato da Jose Arrendondo (molto usato in studio)
    • Wizard Modern Classic (molto usato in studio)
    • Roland JC-120 Combo (molto usato in studio)
    • Testata Roland JC-120H (molto usato in studio)
    • Mesa Boogie Dual Rectifier
    • Peavey 5150 (usato nelle session di Presidio)
    • Peavey 5150II (usato nelle session di Presidio)
    • Testata Line 6 Flextone (usata nelle session di Presidio)
    • Marshall TSL
    • Marshall DSL
    • Cabinet Marshall 4×12
    • Cabinet Mesa Boogie 4×12
    • Cabinet Wizard 4×12
    • Silvertone Oddball (di Bob Rock, usato per dei puliti un po’ sporchi)

Dal vivo

    • Live:
      • Vari Mesa/Boogie Dual Rectifier (sul palco, non vengono usati ma sono solo per scena)
      • 4x Mesa/Boogie Triaxis
      • 2x Mesa/Boogie Strategi 400 Power Amp
      • 2x Diezel VH-4
      • Testata Roland JC-120H
  • Effetti:
  • Live:
    • 2x Furman Power Conditioner
    • 2x Sony Wireless Unit
    • 2x TC Electronics G-Major
    • Mesa/Boogie Hi Gain Amp Switcher
    • 2x DMC Switcher
    • Mesa/Boogie Custom EQ
    • Cassetto pedali:
      • Line6 DM-4 Distortion Modeler
      • MXR Phase 100

2008 – Death Magnetic

https://www.youtube.com/watch?v=TmOQ1tt22q8

Video del setup live (2008)

 

https://www.youtube.com/watch?v=TdidWLkd7TI

Video del setup live (2012 circa)

  • Chitarre:
  • In studio:
    • Flying V bianca, una copia giapponese (vedi sezione 1983 per maggiori informazioni)
    • Varie ESP Explorer (dei primi anni)
    • L’album è accordato in standard tuning, tranne un paio di brani in drop-D
  • Dal vivo, alcune delle sue chitarre (2008):

2x ESP LTD Grynch (una in mano al suo tecnico, una nel rack)

    • 2x ESP LTD Grynch Baritone, nera con fiamme verdi (vedi sezione 2003 per maggiori informazioni)

3x ESP Explorer e Flying V

    • Varie ESP Explorer, con coperture a diamanti neri o cromate (vedi sezione 2003 per maggiori informazioni)
    • ESP Explorer, bianca
    • (ESP? Gibson?) Flying V, bianca
  • Dal vivo (2012 circa):

ESP Snakebyte bianca

    • ESP Snakebyte, bianca

ESP Explorer nera

    • ESP Explorer nera con battipenna bianco (accordata in D, per canzoni come Sad But True e Seek And Destroy; con set di pickups EMG James Hetfield Signature)
    • Ken Lawrence Explorer

ESP Iron Cross

    • ESP Iron Cross, nera (con croce dorata)
  • Amplificatori:
  • In studio:
      • Testata Mesa/Boogie Mark II C++, degli anni ‘80 (usata nei vecchi album, usata per registrare la maggior parte delle sue tracce ritmiche)
      • Mesa/Boogie Triaxis Preamp (usato per alcune tracce)
      • Ampeg (usato per alcune tracce)
      • Krank Krankenstein (sembra l’abbia usato in studio)
  • Dal vivo (2008/2011):

Rack (2008/2011)

Roland JC-120H

    • Testata Roland JC-120H (per i puliti)

Mesa/Boogie Triaxis

    • 4x Mesa/Boogie Triaxis (due principali, due di riserva. Una coppia è per i puliti, una per i distorti simulando il suono del IIC+)

Mesa/Boogie 2:90

    • Mesa/Boogie Simul Class 2:90 Stereo Power Amp
    • Mesa/Boogie Simul Class 2:90 Power Amp (di riserva)

Diezel VH-4

    • 2x testate Diezel VH-4 (per i distorti)
  • Dal vivo (2012 circa):

Mesa/Boogie Triaxis

    • 4x Mesa/Boogie Triaxis Preamp (uno per i puliti, uno per i distorti, e uno di riserva per ognuno dei due)

Mesa/Boogie Power Amps

    • Mesa/Boogie Simul Class 2:90 Stereo Power Amp
    • Mesa/Boogie Simul Class 2:90 Power Amp (di riserva)
    • 2x testate Diezel VH-4
  • Dal vivo (luglio 2014):
    • 4x Mesa/Boogie Triaxis Preamp
    • 2x Mesa/Boogie Strategy 400 Power Amp
    • 2x Testate Diezel VH-4
  • Dal vivo (metà/fine 2014):

Rack di metà/fine 2014

  • 2x Matrix Solid-State GT1000FX Power Amp
  • Effetti:
  • Dal vivo (2008/2011):

Rack dal vivo (2008/2011)

    • Shure Wireless System
    • DBX 1046 Quad Compressor / Limiter
    • Cassetto pedali:
      • Line6 DM-4 Distortion Modeler
      • MXR Phase 100
    • 2x Voodoo Labs GCX Switching System
    • Mesa/Boogie Amp Switcher
    • Furman PL-Plus Power Conditioner
    • Behringer Multi-Gate Pro
    • Shure Wireless System

Ground Control Pedalboard

    • Ground Control Pedalboard (controllata dal suo tecnico)

Rack del 2012 circa

  • Dal vivo (2012 circa):
    • Rack 1 (con testate  Diezel):
      • Furman Power Conditioner
      • … Line Mixer?
      • Line6 Pod X3 Pro
    • Rack 2:
      • Furman Power Conditioner
      • Shure UD-4D Wireless System
      • TC Electronics G-Major 2 (usato per gli effetti, ad esempio in Turn The Page usa un tremolo)
      • DBX 1046 Quad Compressor / Limiter
      • Pedali nel cassetto:
        • Line6 DM-4 Distortion Modeler
        • Boss … (bianco)
      • 2x Voodoo Labs GCX Switching System
      • 2x Mesa/Boogie Amp Switcher

Voodoo Labs Pedalboard

    • Voodoo Labs Ground Control Pedalboard (controllata dal suo tecnico)

Rack (luglio 2014)

  • Dal vivo (luglio 2014):
    • 2x Furman Power Conditioner
    • Behringer Multi-Gate Pro
    • Peterson Rack Tuner
    • DBX 1046 Quad Compressor / Limiter
    • Cassetto pedali:
      • Line6 DM4 Distortion Modeler
      • MXR Phase 100
    • Shure UD-4+ Wireless System
    • 2x Voodoo Labs GCX Switching System
  • Dal vivo (metà/fine 2014):
    • 2x Furman Power Conditioner
    • Peterson Rack Tuner
    • Shure UD-4+ Wireless System
    • TC Electronics G-Major 2
    • 2x Voodoo Labs GCX Switching System
    • Line6 Pod X3 Pro
    • 3x Furman Axe-Fx II

2016 – Hardwired… To Self Destruct

https://www.youtube.com/watch?v=P6k2ghtbhoU&t=12s

Video del setup live (2017)

  • Chitarre:
  • In studio:
    • ESP “Truckster” grigia

ESP Truckster nera

    • ESP “Truckster” nera
    • ESP “Iron Cross”
    • ESP Explorer nera con battipenna bianco vintage Nash
    • ESP Explorer con placca di diamanti argentata
    • ESP Explorer con placca di diamanti nera

ESP Flying V bianca

    • ESP Flying V bianca
    • ESP Explorer “Tattoo” bianca
    • ESP Explorer con placca di diamanti nera e “antlers inlay”

ESP LTD Grynch

    • ESP LTD “Grynch” verde con fiamme

Trussart Les Paul “Rusty Holey”

    • Trussart LP “Rusty Holey”

Trussart Metal Explorer

    • Trussart metal Explorer
    • Trussart Steel DeVille metal
    • Ken Lawrence Explorer “flame sun inlay”
    • Ken Lawrence Explorer “aztec tribal inlay”
    • Gibson Explorer silverburst con battipenna bianco
    • Gibson Flying V sunburst
    • Gibson Les Paul viola opaco
    • Gibson Explorer “Rusty” black w/ tarnish metal PG
    • Gibson Flying V silverburst
    • Gibson Flying V bianca con pickup cromati
    • Gibson Les Paul “Cliff Burton RIP”
    • Line 6 Variax acoustic 700
    • Dave of England custom aluminum engraved JH tattoo
    • Fender Telecaster B-Bender Butterscotch
    • Corde Ernie Ball RPS 11-48
    • Pickups EMG 81 e 60
    • Plettri Dunlop Black Fang 1.14
  • Dal vivo:

ESP Truckster “Got Riff?”

    • ESP Truckster “Got Riff?”

ESP Black Cross

    • ESP “Black Cross”, bianca (con croce nera)

ESP Snakebyte nera

    • ESP Snakebyte, nera

ESP Snakebyte bianca

    • ESP Snakebyte, bianca

ESP Snakebyte camouflage

    • ESP Snakebyte, camouflage (usata molto negli ultimi tempi, accordata in D-tuning per Sad But True)

ESP Vulture

    • ESP Vulture, nera (nuova, a forma di Flying V, con inlay personalizzato al 12mo tasto. Usata per i primi due brani del set)

Gibson Flying V

    • Gibson Flying V, bianca vintage con battipenna bianco (è la sua vecchia Flying V, usata per i brani più vecchi e thrash tipo Battery)

Ken Lawrence Explorer #2

    • Ken Lawrence Explorer #2 (per le canzoni più pulite – vedi sezione 2003 per maggiori informazioni)

“The Unforgiven” Custom

    • “The Unforgiven” Custom, acustica “digitale” (con auto-accordatore ATG e sistema digitale Line6 Variax 700. Ha un sistema MIDI integrato così il suo tecnico può cambiare il suono da remoto, anche simulando una 12-string. Usata ad esempio in Fade To Black)
  • Amplificatori:
  • In studio:
    • Mesa Boogie Tri-Axis Preamps
    • Mesa Boogie Simul-Class 2:90 power amps
    • Testate Mesa Boogie Triple Rectifier
    • Cabinets Mesa Boogie 4×12
    • Diezel VH4 amps
    • Roland JC 120 combo amps
    • Blackstar amps
    • Coni Celestion vintage 30
  • Dal vivo:

Matrix Power Amps

    • Matrix Solid-State GT1000FX Power Amp
    • 2x Matrix Solid-State GT1600FX Power Amp

Cabinet sul palco

    • 2x Mesa/Boogie 4×12 Cabinets (con coni Celestion vintage 30; sul palco, per l’effetto di vera chitarra, uno con il segnale del Boogie, uno con il segnale del Diezel. Il PA riceve il segnale dai Fractal)
  • Effetti:
  • In studio:
    • Mesa 2×5 band eq custom
    • Line 6 fx
    • Shure UR4D wireless gear
    • TC Electronics G-Major fx
    • Furman AR Pro power conditioner
    • Voodoo Lab Ground Control switcher
  • Dal vivo:

Il suo rack dal vivo

    • Peterson Rack Tuner (il suo tecnico usa un’app della Peterson sul suo iPad per accordare)

Shure UR4D+

    • 2x Shure UR4D+ Wireless Unit

RJM Mini Line Mixer

    • RJM Mini Line Mixer (per compensare il volume del wireless)

Mesa/Boogie EQ e GCX Switcher

    • Mesa/Boogie 2×5 Band EQ Custom
    • 2x Voodoo Lab GCX Audio Switcher (per mandare il segnale ai vari Fractal)

Fractal Axe-Fx

    • 3x Fractal Axe-Fx II XL+ (il primo ha i principali suoni distorti – Mesa/Boogie e Diezel, il secondo ha i suoni puliti o effetti, il terzo è di backup?)

Furman Power Conditioner

    • 2x Furman FL-Pro DMC Power Conditioner

Wireless MIDI Jet Pro

    • Wireless MIDI Jet Pro (usato per inviare il segnale MIDI alla sua acustica digitale)

Bibliografia

Fabrizio Burriello

Fabrizio Burriello

Fabrizio "A2aThoT" Burriello, classe 1982, nasce musicalmente con il rock da bambino, per iniziare poi a suonare la chitarra a 15 anni, e passare al basso dopo qualche anno. Appassionato di rock, metal, elettronica, progressive, e alla continua ricerca della sperimentazione, si concentra sull'effettistica e sullo studio delle strumentazioni usate dagli altri musicisti, creando e collaborando con vari siti web musicali. Dopo varie esperienze con gruppi del napoletano, tra cui i Moodhula e gli Idromele, inizia un progetto da one man band come A2aThoT, autoproducendo tre album di metal sperimentale tra il 2013 e il 2015. Nel 2017 entra come bassista negli Shades Of Hate, band darkwave di Napoli.

More Posts