Tra i più importanti chitarristi inglesi degli anni ‘80, Johnny Marr con gli Smiths ha saputo creare un suono rarefatto, pieno di atmosfera grazie all’uso di effetti d’ambiente e strutture melodiche non convenzionali per l’epoca. In un periodo in cui dominava la new wave e l’electro pop, gli Smiths portarono avanti un discorso completamente diverso, fatto di testi complessi e enigmatici, suoni delicati, e una impensabile – per l’epoca – estetica androgina. Discorso che ha aperto la strada – ad esempio – al brit pop inglese negli anni ‘90.

Johnny Marr resta un’influenza fortissima per tutti i chitarristi inglesi cresciuti in quegli anni (Noel Gallagher, ad esempio, è legato fortemente a Marr, tanto da aver collaborato con lui in più occasioni ed aver addirittura ricevuto un forte supporto nei primi anni, ricevendo alcune chitarre in regalo dal suo idolo, anche Ed O’ Brien dei Radiohead ha avuto spesso occasione di collaborare con Marr, e ha iniziato a usare i suoi modelli signature negli ultimi anni). Andiamo a vedere allora quali sono gli ingredienti del suo suono, con gli Smiths e nei suoi vari progetti degli anni seguenti.

Nota: le informazioni e immagini contenute in questa pagina sono tratte da vari siti internet (indicati nella bibliografia in calce). Le informazioni non sono da accettarsi come ufficiali, ma come risultato di ricerche di appassionati e/o giornalisti.


The Smiths

Primi anni / 1984 – The Smiths

  • Chitarre:

Gibson Les Paul Standard

  • Gibson Les Paul Standard, di fine anni ‘70, nera (usata per alcune registrazioni. La sua prima Les Paul; in seguito l’ha scambiata con una Gretsch 7680 e un registratore a nastro Teac)

Gibson ES-335 (1982)

  • Gibson ES-335 del 1977, Walnut (usata già nel 1982 per alcuni demo)
  • Gretsch Super Roc Jet – 7680 Super Axe degli anni ‘70 (usata nei primi concerti, nei primi demo, e per Hand In Glove; aveva un compressore e un phaser integrati; non suonava molto bene quindi la teneva accordata un tono in su, in F#)
  • Gretsch Super Roc Jet – 7685 Atkins Axe

Setup ad Agosto 1983: Rick 330, Twin Reverb, Boss CE-2

Rickenbacker 330

  • Rickenbacker 330 Jetglo del 1983, nera (la sua chitarra principale con gli Smiths; usata molto per registrare questo album e The Queen Is Dead, e anche molti singoli e b-side. Aveva meccaniche Grover, cosa strana per quel modello. Si può sentire nel riff di What Difference Does It Make, Reel Around The Fountain, ed è stata usata praticamente in tutti gli album degli Smiths, la usa ancora oggi. All’inizio del 1985 ha smesso di usarla dal vivo, ma in seguito ha ricominciato)

Rickenbacker 330/12 (1983)

  • Rickenbacker 330/12 Fireglo 12-string (vista come chitarra di riserva in qualche show, ma mai usata probabilmente. Usata in qualche esibizione in tv. Usata ad esempio per Headmaster Ritual. Precedentemente appartenuta a Phil Manzanera; forse la tastiera è stata sostituita perchè sembra diversa da quella usata solitamente su questo modello)
  • Fender Telecaster del ‘54 (in realtà era di John Porter, usata per registrare molto di questo album, tra cui il riff principale di This Charming Man)

Rickenbacker 360/12

  • Rickenbacker 360/12 “Rose Morris Model 1993” 12-string, del 1964 (originariamente appartenuta a Pete Townshend degli Who. Usata in moltissimo materiale degli Smiths, da This Charming Man in avanti)

Gibson Les Paul Standard

  • Gibson Les Paul Standard, Sunburst (usata nel Marzo 1984 per un paio di show, sembra fosse di John Porter che gliel’aveva prestata. Aveva due humbucker senza copertura, bianchi, e non aveva l’anello attorno al selettore pickup)

Gibson ES-355, Rick 330, Silverface Twin, Boss CE-2 e GE-6 (live a The Tube, 1984)

Gibson ES-355 del 1959, rossa

  • Gibson ES-355 del 1959, rossa (avuta all’inizio del 1984 quando firmarono il contratto con la Sire, ci ha scritto Heaven Knows I’m Miserable Now, Girl Afraid, ed è stata la sua chitarra principale per molto tempo, usata per registrare Heaven Knows…, Nowhere Fast, e per il tour 1984/1985. Vista per l’ultima volta a Top Of The Pops nel Febbraio 1985. Poichè era settata in stereo, non aveva molta potenza d’uscita, quindi compensava con il Boss GE-6 per un po’ di boost)

Gibson 330

  • Gibson 330 (usata per Heaven Knows… a Top Of The Pops nel 1984)

Epiphone Casino del 1963

  • Epiphone Casino del 1963 (ha pickups P90 e ponte tremolo Bigsby; usata a Glastonbury nel 1984 per Nowhere Fast, a volte usata anche da Andy Rourke. Ha registrato la parte principale di tremolo di How Soon Is Now, con quattro Twin Reverb)

Epiphone Coronet

  • Epiphone Coronet del 1962 (accordata in Nashville Tuning – quindi le quattro corde più alte un’ottava sopra, usando le corde di una 12-string. Usata per doppiare gli arpeggi della Rickenbacker in molte canzoni, ad esempio per William It Was Really Nothing, The Headmaster Ritual, The Draize Train, e come chitarra principale in Half A Person)

Giffin Custom Telecaster

  • Giffin Custom Telecaster, sunburst verde (usata per Heaven Knows… e Strangeways, Here I Come. Ha un mini-switch tra volume e tono, probabilmente uno switch per i pickups, e l’humbucker sembra esser un Super Distortion. Sembra essere una chitarra appartenuta a Pete Townshend)

Martin D-45

  • Martin D-45 acustica, dei primi anni ‘70 (usata per Back To The Old House)

Gibson J160E

  • Gibson J160E acustica (comprata nel 1984 usata per scrivere William It Was Really Nothing, Please Please Please, How Soon Is Now)

Danny Ferrington Elvis Costello

  • Danny Ferrington “Elvis Costello”, acustica del 1981 (prestatagli da Elvis Costello per l’esibizione a Top Of The Pops nell’Agosto 1984 di William It Was Really Nothing)
  • Amplificatori:
  • In studio usava entrambi questi ampli, dal vivo usava quello che durante il soundcheck suonava meglio, di solito:
    • Fender Silverface Twin Reverb
    • Roland JC120 Jazz Chorus
  • Fender Pro (usato in molte registrazioni)
  • Effetti:
  • Boss BF-2 Flanger (è stato il primo pedale che ha mai comprato, a fine anni ‘70)
  • Boss CE-2 Chorus (usato già dal 1982)
  • Boss GE-6 EQ (usato come boost per la ES-355)

1985 – Meat Is Murder

  • Chitarre:
  • Gibson ES-355 del 1959, rossa (vedi sezione 1984 per maggiori informazioni)
  • Rickenbacker 330 Jetglo del 1983, nera (vedi sezione 1984 per maggiori informazioni)
  • Rickenbacker 360/12 “Rose Morris Model 1993” 12-string, del 1964 (vedi sezione 1984 per maggiori informazioni)
  • Epiphone Coronet del 1962 (vedi sezione 1984 per maggiori informazioni – per The Headmaster Ritual)

Gibson Les Paul Standard

  • Gibson Les Paul Standard del 1985, rosso vinaccia (comprata per il tour di Meat Is Murder, ha montato un ponte Bigsby a Marzo 1985, e pickups Seymour Duncan. Usata anche per registrare How Soon Is Now?, The Headmaster Ritual e per scrivere Nowhere Fast, That Joke Isn’t Funny Anymore, I Want The One I Can’t Have. Dalla fine del 1986 non è più stata usata dal vivo)

Gibson Les Paul Custom del 1972, nera

  • Gibson Les Paul Custom del 1972, nera (usata per scrivere Bigmouth Strikes Again, The Queen Is Dead, e per registrare molto di The Queen Is Dead. Una delle sue chitarre principali dal vivo nel 1985, fino a Ottobre 1986 quando ha smesso di usarla dal vivo, ha un mini switch installato tra i potenziometri, e il ponte è un Gibson TP-6. Nel 1994 l’ha regalata a Noel Gallagher degli Oasis, che ha sostituito il ponte e ha installato un battipenna bianco)

Gibson ES-355

  • Gibson ES-355, Walnut (probabilmente un modello di fine anni ‘60 / inizio anni ‘70, ha humbuckers neri senza copertura e un normale Stop Tailpiece. Vista dal vivo nel 1985, si vede anche nel video di Boy With The Thorn In His Side)

Martin D-28

  • Martin D-28 del 1972, acustica (la sua acustica principale con gli Smiths, usata per Well I Wonder, Headmaster Ritual, There Is A Light…, Bigmouth Strikes Again, I Know It’s Over)

Martin D-35

  • Martin D-35, acustica (ce l’ha da moltissimo tempo, ha scritto Well I Wonder, Cemetery Gates, e molte altre canzoni degli Smiths)
  • Gibson J160E acustica (vedi sezione 1984 per maggiori informazioni – usata per scrivere How Soon Is Now)
  • Amplificatori:
  • 4x Fender Twin Reverb (usati per registrare l’effetto Tremolo in How Soon Is Now. Controllava la velocità di due ampli, mentre il produttore la controllava sugli altri due. Quindi venivano registrati in stereo a coppie. Sul nastro venne registrato senza tremolo, poi questo nastro venne mandati agli ampli mentre loro due controllavano l’effetto)

Dal vivo in Spagna, 1985 (Silverface, JC-120, CE-2)

Dal vivo nel Marzo 1985 (Vox AC-30, CS-505)

  • Fender Silverface Twin Reverb
  • Roland JC120 Jazz Chorus
  • Fender Pro (usato in molte registrazioni)
  • Vox AC-30 (usato a volte dal vivo)
  • Effetti:
  • Boss CE-2 Chorus
  • Ibanez CS-505 Chorus
  • Boss OD-1 Overdrive (forse usato in alcuni live del 1984)

Dal vivo nel 1985, con alcuni rack (SDD-1000 e SDD-3000)

  • Korg SDD-1000 (usato dal vivo nel 1985-1986 – ha iniziato a usare il delay digitale per registrare How Soon Is Now?)
  • Korg SDD-3000 (usato dal vivo nel 1985-1986)

BEL BD40 Delay (1985)

  • BEL BD40 Delay Unit (usato nel Giugno 1985 dal vivo in California, e a Settembre 1985 a Glasgow. Nel 1986 è stato sostituito dal Korg SDD3000)

1986 – The Queen Is Dead

  • Chitarre:
  • Rickenbacker 330 Jetglo del 1983, nera (vedi sezione 1984 per maggiori informazioni)
  • Rickenbacker 360/12 “Rose Morris Model 1993” 12-string, del 1964 (vedi sezione 1984 per maggiori informazioni)
  • Epiphone Coronet del 1962 (vedi sezione 1984 per maggiori informazioni – per The Draize Train, Half A Person)

Gibson Les Paul Standard (Maggio 1986)

  • Gibson Les Paul Standard del 1985, rosso vinaccia (vista dal vivo, nel Maggio 1986 – vedi sezione 1985 per maggiori informazioni)
  • Gibson Les Paul Custom del 1972 (vedi sezione 1985 per maggiori informazioni)

Gibson Les Paul Standard del 1960

  • Gibson Les Paul Standard del 1960, Sunburst (una delle sue chitarre principali dal vivo nel 1986, è appartenuta a Joe Walsh e Pete Townshend. Prima che l’avesse lui sono state sostituite le meccaniche; l’ha usata per Panic, London, Ask, Half A Person. Il pickup al ponte è un humbucker senza copertura, con bobine bianche/crema. Nel 1994 l’ha regalata a Noel Gallagher degli Oasis)

Gretsch 6120

  • Gretsch 6120, arancione (originariamente appartenuta a Pete Townshend degli Who, sembra. Usata per scrivere e registrare Stretch Out And Wait, e anche per registrare Is It Really So Strange? Usata in alcune date del tour finale con gli Smiths, accordata in open-G-tuning)

Gibson ES-355 del 1959

  • Gibson ES-355 del 1959, nera (probabilmente una Custom, perchè il colore è particolare, le buche ad F hanno un binding non comune, non ha Varitone e ha uno switch sul corno più basso. Usata per The Queen Is Dead)

Gibson 295

  • Gibson 295 del 1954 (usata per alcune parti di The Queen Is Dead, e per il video di Boy With The Thorn In His Side)

Fender Stratocaster del 1962

  • Fender Stratocaster del 1962, Sunburst (ha manico in acero del 1963 su corpo del 1962, usata – una delle sue chitarre principali – nel tour USA/UK con gli Smiths del 1986, sempre con un capo per canzoni come There Is A Light, Frankly Mr Shankly, ed è stata usata per registrare canzoni come There Is A Light, I Know It’s Over. Più recentemente il manico è stato sostituito con uno in palissandro)

Fender Stratocaster del 1963, bianca

  • Fender Stratocaster del 1963, bianca (usata per Unlovable, The Boy With The Thorn In His Side, nell’outro di Some Girls Are Bigger Than Others. Ha questa chitarra almeno dal Febbraio 1985, quando l’ha usata dal vivo all’Oxford Road Show. Nel tour 1986 è stata una delle sue principali, suonata senza capo – a differenza della Sunburst del 1962. Aveva elettronica customizzata, con un secondo switch a tre posizioni sopra a quello originale; queste modifiche sono state fatte dal precedente proprietario, il chitarrista degli Sweet Sensation, Gary Shaughnessey)
  • Martin D-28 del 1972, acustica (vedi sezione 1985 per maggiori informazioni – usata per There Is A Light…, Bigmouth Strikes Again, I Know It’s Over)

Martin D-28 12-string

  • Martin D-28 12-string, acustica (usata per Bigmouth Strikes Again, Unhappy Birthday)
  • Martin D-35, acustica (vedi sezione 1985 per maggiori informazioni)
  • Gibson J160E acustica (vedi sezione 1984 per maggiori informazioni – usata per scrivere Please Please Please…)
  • Amplificatori:
  • Fender Blackface Twin Reverb
  • Roland JC120 Jazz Chorus

Dal vivo, Maggio 1986 (Bandmaster, JC-120, MKIII)

Fender Brownface, Silverface Twin (Maggio 1986)

JC-120 e Bandmaster (Luglio 1986 a EuroTube)

JC-120, Mesa/Boogie MKI e MKIII (live, 1986)

  • Fender Bandmaster (visto dal vivo nel Maggio e Luglio 1986)
  • Mesa/Boogie MK III (visto dal vivo nel Maggio 1986)
  • Mesa/Boogie MK I (visto dal vivo nel 1986)
  • Fender Brownface (visto dal vivo nel Maggio 1986)
  • Fender Silverface Twin Reverb (visto dal vivo nel Maggio 1986)
  • Effetti:

Boss OD-2 Overdrive

  • Boss OD-2 Overdrive (visto dal vivo nel 1986)

Pedaliera usata a Nottingham, 1986

  • Pedali usati a Nottingham nel 1986:
    • Pedaliera Boss BCB-6
    • Boss PSM-5 Power Supply
    • Boss GE-6 Equalizer
    • Boss OD-2 Overdrive
    • Boss TW-1 T-Wah
    • Boss HM-2 Hyper Metal
    • Boss CE-2 Chorus

Rack del 1986 circa con i vari Korg SDD

  • Rack del 1986 circa:
    • Korg SDD-2000
    • Korg SDD-1000
    • 2x Korg SDD-3000

Rack per EuroTube e Boss OD-2 (Luglio 1986)

  • Rack del Luglio 1986 ad EuroTube:
    • Yamaha GC2020B
    • Yamaha SPX90
    • Korg SDD-2000
    • Korg SDD-1000
    • Korg SDD-3000

1987 – Strangeways, Here We Come

  • Chitarre:
  • Rickenbacker 330 Jetglo del 1983, nera (vedi sezione 1984 per maggiori informazioni)
  • Giffin Custom Telecaster, sunburst verde (vedi sezione 1984 per maggiori informazioni)
  • Stratocaster (? – usata per l’assolo di Paint A Vulgar Picture)

Gibson ES-335 12-string, Sunburst

  • Gibson ES-335 12-string Sunburst, del 1966 (usata per la prima volta per Sheila Take A Bow, ma poi anche per I Started Something, Stop Me If You Think…, Death Of A Disco Dancer, nell’intro di Paint A Vulgar Picture, e anche per Nothing But Flowers dei Talking Heads, la registrava con la DI perchè i pickup erano molto sbilanciati)
  • Gibson ES-335 12-string, rossa

Gibson ES-335 12-string, nera

  • Gibson ES-335 12-string, nera
  • Rickenbacker 360/12 “Rose Morris Model 1993” 12-string, del 1964 (vedi sezione 1984 per maggiori informazioni)
  • Gibson Les Paul Custom del 1972 (la sua Les Paul principale nel tour finale – vedi sezione 1985 per maggiori informazioni)
  • Gibson Les Paul Standard del 1985, rosso vinaccia (vedi sezione 1985 per maggiori informazioni)

Gibson Les Paul del 1959

  • Gibson Les Paul del 1959 (usata al posto della ES335 come chitarra principale in studio per Strangeways…; non ci sono foto di questa chitarra dal vivo con gli Smiths, ma l’ha usata nel 1988 con i Simple Minds per un live per Nelson Mandela)

Gretsch 6192 Country Club

  • Gretsch 6192 Country Club della metà anni ‘60 (usata dal vivo per alcune apparizioni in tv – anche a Sanremo – nel 1987)
  • Martin D-28 12-string, acustica (vedi sezione 1986 per maggiori informazioni – usata per Unhappy Birthday)

Martin D20-12

  • Martin D20-12 12-string, acustica dei primi anni ‘70 (vista in studio durante le sessions di Strangeways…, non si sa se la chitarra fosse di Johnny o dello studio)
  • Amplificatori:
  • Fender Blackface Twin Reverb
  • Roland JC120 Jazz Chorus

Fender Blackface Deluxe e cab 2×12 (Febbraio 1987)

  • Fender Blackface Deluxe Reverb con cabinet 2×12 (visto dal vivo nel Febbraio 1987)

JC-120, Blackface Twin, Brownface Pro (live nell’Aprile 1987)

  • Fender Brownface Pro (visto dal vivo nell’Aprile 1987)

Brownface Vibroluxe (Aprile 1987)

  • Fender Brownface Vibroluxe (visto dal vivo nell’Aprile 1987)
  • Effetti:
  • Credo abbia usato il materiale del 1986:
    • Pedaliera Boss BCB-6
    • Boss PSM-5 Power Supply
    • Boss GE-6 Equalizer
    • Boss OD-2 Overdrive
    • Boss TW-1 T-Wah
    • Boss HM-2 Hyper Metal
    • Boss CE-2 Chorus
    • Yamaha GC2020B
    • Yamaha SPX90
    • Korg SDD-2000
    • Korg SDD-1000
    • Korg SDD-3000

Solista / Altro

  • Chitarre:
  • Rickenbacker 330 Jetglo del 1983, nera (vedi sezione 1984 per maggiori informazioni)
  • Gibson Les Paul Standard del 1985, rosso vinaccia (vedi sezione 1985 per maggiori informazioni)

Gibson Les Paul Standard del 1954

  • Gibson Les Paul Standard del 1954 (usata per un paio di live con gli Oasis)
  • Gibson Les Paul del 1959 (usata nel 1988 con i Simple Minds per un live per Nelson Mandela – vedi sezione 1987 per maggiori informazioni)
  • Fender Stratocaster del 1962, Sunburst (vedi sezione 1986 per maggiori informazioni)
  • Fender Jaguar, verde (usata nei primi anni ‘90 e poi data via, pentendosene. Dal 2005 ha iniziato a suonare le Jaguar quasi esclusivamente)

Gibson Custom Blonde SG

  • Varie Gibson SG (usate come uniche chitarre all’inizio degli anni 2000, solitamente ne usava una rossa Cherry Red del 1963, ma ne ha anche una bionda, Custom che è unica)

Gibson SG Original

  • Gibson SG Original del 1963/1964 (chitarra principale con gli Healers finchè non fu rubata nel 2000. Nel 2010 gli fu riportata proprio dalla persona che la rubò. Si può sentire nell’intro di The Last Ride, e al David Letterman Show)

Gibson ES-345

  • Gibson ES-345 del 1968 (stereo convertita in mono, usata molto negli Electronic per i dischi del 1996 e 1999, e per Boomslang con gli Healers nel 2003)

Gibson Les Paul Custom del 1960

  • Gibson Les Paul Custom del 1960 (usata per Boomslang con gli Healers nel 2003)
  • Gibson Les Paul Goldtop del 1957 (usata per Boomslang con gli Healers nel 2003. In seguito fu prestata a Ed O’ Brien dei Radiohead per le registrazioni di In Rainbows)

Gibson Chet Atkins CE

  • Gibson Chet Atkins CE, classica con corde in nylon (usata per La Cassa di K-Klass)
  • Nel 1990, con i The:
    • Fender Stratocaster, blu “canna di fucile” (chitarra principale con i The)
    • Fender Stratocaster ‘57 Reissue
    • Fender 12-string (usata per Windows Of The World con i Pretenders)
    • Fender Telecaster (nuova, usata per The Beat(en) Generation, ora l’ha data a Chrissie Hynde)
    • Gibson ES-355 del 1959, rossa

Gibson Les Paul del 1959

    • Gibson Les Paul del 1959, Sunburst (vedi sezione 1987 per maggiori informazioni – usata molto negli album Mindbomb e Dusk, per Good Morning Beautiful, Sodium Light Baby, The Violence Of Truth)
    • Fender Telecaster Custom, verde
    • Rickenbacker 330 Jetglo del 1983, nera (vedi sezione 1984 per maggiori informazioni)
    • Rickenbacker 330 del 1966, color legno
    • Rickenbacker 360/12 “Rose Morris Model 1993” 12-string, del 1964 (vedi sezione 1984 per maggiori informazioni)
    • Varie Fender Stratocaster del 1963 (comprate da John Entwistle)
    • Fender Stratocaster del 1969 (comprata da Jeff Beck)
    • Fender Bass VI (usato per Helpline Operator, accordato in ADGBE)
    • Casio MIDI Guitar (usata solo per le demo)
    • Corde Ernie Ball 010-046 (sulla maggior parte delle chitarre)
    • Plettri da pollice Ernie Ball
    • Su tutte le sue chitarre modifica il potenziometro del volume, con quello dei vecchi Precision Bass perchè sono più grandi e li afferra meglio
  • Con i The Cribs (2008-2011):
    • Varie Fender Jaguar, del 1963 di solito
    • Fender Jaguar del 1962

Fender Jazzmaster del 1964

    • Fender Jazzmaster del 1964 (usata per Ignore The Ignorant con i The Cribs. Usata per il riff principale di We Share The Same Skies)
  • Nel 2006-2009, con i Modest Mouse:

Fender Jaguar Johnny Marr Signature Model

    • Varie Fender Jaguar (ha avuto poi il suo modello Signature nel 2012)

Fender Jaguar del 1963, nera

    • Fender Jaguar del 1963, nera (avuta da Isaac Brock quando si è unito ai Modest Mouse. L’ha usata molto in tour e per scrivere Dashboard, e durante le registrazioni dell’album l’ha riempita di adesivi)
    • Fender Jaguar del 1962 (vedi sezione The Cribs per maggiori informazioni)

Gretsch Country Gentleman

    • Gretsch Country Gentleman (avuta nel 2008, usata per scrivere e registrare Satellite Skin)
    • Fender Jazzmaster del 1964 (usata nell’album We Were Dead Before… con i Modest Mouse – vedi sezione The Cribs per maggiori informazioni)
    • Fender Telecaster Custom del 1972 (comprata mentre era in tour nell’estate 2007, usata quella sera stessa dal vivo per Broke. Usata anche per suonare King Rat)
  • Nel 2013-2017, dal vivo da solista:

Fender Jaguar bianca

    • Fender Jaguar, bianca

Fender Jaguar verde

    • Fender Jaguar, verde Kelly Green

Fender Jaguar nera

    • Fender Jaguar, nera

Fender Jaguar rossa

    • Fender Jaguar, rossa (dal 2017, credo)
  • Nel 2017, per le registrazioni del suo album da solista The Comet:

Foto in studio (2017)

    • Fender Jaguar, nera
    • Fender Jaguar, verde
    • Giffin Custom Telecaster, sunburst verde (vedi sezione 1984 per maggiori informazioni)
    • Varie Fender Johnny Marr Signature Jaguar (?)

12-string acustica

    • … 12-string acustica
  • Amplificatori:
  • Nel 1990, in studio con i The:
    • Roland JC-120
    • Fender Twin (nuovo)
    • Fender Showman
    • Fender Bassman (vecchio, usato molto per gli assoli e per fare pratica)
    • Fender Champ del 1957 (molto usato con i The The)
  • Nel 1990, dal vivo con i The:
    • Mesa/Boogie Quad Preamp
    • Mesa/Boogie 295 Power Amp (lo preferisce al 400, troppo freddo e hi-fi per lui)
    • Cabinets Marshall 2×10 (con logo rimosso, e coni Electro-Voice)
  • All’inizio degli anni 2000, usava uno tra questi due setup:
    • Orange AD-30 e Orange AD-50
    • Matchless DC-30 e Fender Deluxe Reverb
  • Con i The Cribs (2008-2011):
    • Roland Micro Cube (usati per fare pratica, ma anche per alcune session acustiche, anche usando una chitarra elettrica con un po’ di delay e riverbero)
    • Fender Super Reverb del 1965 (usato dal vivo)
  • Nel 2006-2009, con i Modest Mouse:
    • Roland Micro Cube (usati per fare pratica, ma anche per alcune session acustiche, anche usando una chitarra elettrica con un po’ di delay e riverbero. Nei Modest Mouse li ha usati anche con dei samplers e vari pedali)
    • Fender ‘65 Deluxe Reverb Reissue
    • Fender Super Reverb del 1965 (usato dal vivo)

Setup 2013-2015

  • Nel 2013-2017, dal vivo da solista:
    • 2x Fender ‘65 Deluxe Reverb Reissue (in situazioni più grandi ne usa il doppio, con il secondo set come backup o per i chitarristi ospiti)
  • Nel 2017, per le registrazioni del suo album da solista The Comet:
    • 2x Fender ‘65 Deluxe Reverb Reissue
  • Effetti:
  • Nel 1990, con i The:
    • TC Electronic 2290
    • Yamaha GEP50
    • Roland GP8
    • Eventide Harmonizer (usato per alcuni chorus stereo)
    • Roland GR-50 Guitar Synth (usato solo in studio, per ora, con il GK-2)
    • Dunlop Crybaby Wah (modificato con un LED)
  • All’inizio degli anni 2000
    • Ibanez Tubescreamer (vintage)
    • Boss GT-5 Guitar Effects Processor
    • Voodoo Vibe

Pedaliera del 2007 con i Modest Mouse

  • Con i Modest Mouse, nel 2007 – in quest’ordine:
    • Diamond Compressor
    • SIB! Mr Vibromatic
    • Boss GT-5 Guitar Effects Processor (in seguito ha usato anche la GT-10)
    • 2x Boss FS-5L Footswitch (collegati alla GT-5)
    • Menatone King Of The Britains

Pedaliera da solista (2012)

  • Da solista, 2012:
    • Carl Martin Headroom
    • Carl Martin Chorus XII
    • Carl Martin AC-Tone
    • Carl Martin Plexitone
    • Carl Martin Hot Drive ‘n Boost
    • Carl Martin Compressor / Limiter

Pedaliera da solista, 2013-2015

https://www.youtube.com/watch?v=NFbo58jcyi8

Video sul suo uso della Boss GT-100 (2014)

  • Pedaliera da solista, 2013-2015:
    • Boss TU-3 Chromatic Tuner
    • Diamond Compressor
    • Boss GT-100 Guitar Effects Processor
    • 2x Boss FS-5L Latching Footswitch
    • TC Electronic VoiceLive Play GTX – Voice Processor (aggiunto in seguito, almeno nel 2015)
    • Radial JS-3 Passive Microphone Splitter (aggiunto in seguito, almeno nel 2015)

Alcuni pedali Boss usati nel tour 2016

  • Live nel 2016, tra gli altri pedali:
    • Boss DA-2 Adaptive Distortion
    • Boss CE-2 Chorus
    • Boss DD-3 Digital Delay
    • Boss DD-7 Digital Delay

Pedaliera da solista, 2017

  • Pedaliera da solista, 2017 (DA VERIFICARE):
    • Barber Tone Press – Compressor
    • Electro-Harmonix Micro POG
    • Digitech Bass Synth Wah
    • Barber LTD – Overdrive
    • MI Audio Blue Boy Deluxe – Oerdrive
    • (pedale viola?)
    • Ibanez TS-9 Tube Screamer
    • Boss TU-2 Chromatic Tuner
    • Dunlop Crybaby
    • Boss GT-5 Guitar Effects Processor

Bibliografia

Fabrizio Burriello

Fabrizio Burriello

Fabrizio "A2aThoT" Burriello, classe 1982, nasce musicalmente con il rock da bambino, per iniziare poi a suonare la chitarra a 15 anni, e passare al basso dopo qualche anno. Appassionato di rock, metal, elettronica, progressive, e alla continua ricerca della sperimentazione, si concentra sull'effettistica e sullo studio delle strumentazioni usate dagli altri musicisti, creando e collaborando con vari siti web musicali. Dopo varie esperienze con gruppi del napoletano, tra cui i Moodhula e gli Idromele, inizia un progetto da one man band come A2aThoT, autoproducendo tre album di metal sperimentale tra il 2013 e il 2015. Nel 2017 entra come bassista negli Shades Of Hate, band darkwave di Napoli.

More Posts